Il bicchiere del Rabadan? Ecologico e col chip

Carnevale

Ordinati 30.000 pezzi in silicone per ridurre le 40 tonnellate di rifiuti prodotti durante i sei giorni di bagordi

Il bicchiere del Rabadan? Ecologico e col chip
Primo brindisi con il bicchiere ecologico per Christian Paglia, Mario Branda, Flavio Petraglio e Mauro Bissolotti. ©CdT

Il bicchiere del Rabadan? Ecologico e col chip

Primo brindisi con il bicchiere ecologico per Christian Paglia, Mario Branda, Flavio Petraglio e Mauro Bissolotti. ©CdT

L’onda verde ha travolto, in senso buono, anche il carnevale Rabadan di Bellinzona che per l’edizione 2020 adotterà alcune misure con l’obiettivo di ridurre le 40 tonnellate che vengono prodotte durante i sei giorni di bagordi. Ad iniziare dal bicchiere in silicone alimentare, per intenderci quello usato per i biberon o per le formine dei biscotti, che potrà essere utilizzato durante tutto il carnevale nei bar del capannone di piazza del Sole, nelle tendine e in tutti gli stand degli ambulanti. La Società Rabadan, come illustrato lunedì in un incontro stampa dal suo presidente Flavio Petraglio, spera inoltre che anche un nutrito numero di esercenti aderisca l’iniziativa denominata RabaGreen 2020.

Chip tecnologico

Il bicchiere in silicone - che verrà consegnato gratuitamente a chi acquisterà il passa settimanale mentre sarà disponibile al prezzo di 5 franchi per tutti gli altri - non è solo ecologico, ha rimarcato il responsabile della logistica del Rabadan Mauro Bissolotti, ma anche tecnologico: sul fondo ha infatti uno speciale chip legato ad una applicazione per smartphone grazie alla quale ottenere tutta una serie di informazioni sugli eventi del carnevale Rabadan ed anche il calcolo in tempo reale del risparmio di plastica ottenuto grazie all’utilizzo del bicchiere steso. Tutto ciò per un investimento di 80.000 franchi per i 30.000 bicchieri ordinati. Investimento al quale la Città contribuirà con la somma di 10.000 franchi.

Il concetto RabaGreen non si limita al bicchiere riutilizzabile, ma comprende anche la raccolta differenziata dei rifiuti tramite la posa di diversi cassonetti nella Città del carnevale. Inoltre per i pranzi organizzati dalla società Rabadan il giovedì, il venerdì ed il martedì grasso verranno utilizzate stoviglie lavabili. E non è ancora tutto: in collaborazione con il WWF è previsto il coinvolgimento dei ragazzi nella raccolta dei rifiuti durante il carnevale.

Concetto da estendere

«Si tratta di un passo importante nella giusta direzione auspicata proprio dai giovani che da tempo chiedono una maggior sensibilità ecologica alle autorità» ha rimarcato il sindaco Mario Branda. Sensibilità ecologica, gli ha fatto eco il capodicastero Opere pubbliche e ambiente Christian Paglia, che verrà estesa in maniera coordinata anche alle altre manifestazioni di richiamo che si svolgono in Città.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Una mostra per ricordare la tragedia della Nitrum

    Bodio

    Cento anni fa una tremenda esplosione distrusse la fabbrica causando morte e distruzione - Fotografie e documenti dell’epoca si potranno ammirare nella sala multiuso del Comune dal 16 dicembre al 20 gennaio

  • 2
  • 3

    «Nel centro storico niente mescite esterne»

    CARNEVALI

    Bellinzona: il Municipio fa un po’ di chiarezza in merito a quello che succederà nel salotto buono in occasione del Rabadan light - Per quanto riguarda il dispositivo di sicurezza se ne saprà di più in gennaio - Mauro Minotti: «La decisione di non concedere l’autorizzazione per i bagordi tradizionali è oggi ancora più giustificata dalla crescita dei contagi da coronavirus»

  • 4

    Meno imposte per gli abitanti di Faido

    Comuni

    Preventivo 2022 in rosso con il moltiplicatore che scende dal 100 al 95% - Il Municipio è preoccupato per il progressivo spopolamento e interviene appunto sulla fiscalità, consapevole che non è l’unica misura necessaria

  • 5

    La Golena fra eventi e pipistrelli

    IL CASO

    Bellinzona: giudicata a sorpresa ricevibile la mozione che chiedeva di trasformare il polmone verde in riva al fiume Ticino in un luogo di aggregazione - Adesso si dovrà approfondire come rendere la zona più attrattiva e fruibile - Ok al regolamento sociale e a quello per il sostegno alle associazioni

  • 1
  • 1