Il cantiere del Ritom accelera per recuperare il tempo perduto

Grandi progetti

I lavori per la costruzione del nuovo impianto idroelettrico si sono fermati per un mese a causa della pandemia - Intanto la storica centrale ha festeggiato il secolo di attività - Le sue turbine resteranno in esercizio fino al 2024

 Il cantiere del Ritom accelera per recuperare il tempo perduto
A valle del lago del Ritom si sta costruendo la nuova centrale e scavando il bacino di demodulazione. © Ritom/Nicola Demaldi

Il cantiere del Ritom accelera per recuperare il tempo perduto

A valle del lago del Ritom si sta costruendo la nuova centrale e scavando il bacino di demodulazione. © Ritom/Nicola Demaldi

 Il cantiere del Ritom accelera per recuperare il tempo perduto
Il pozzo forzato che sostituirà le vecchie tubature in superficie è stato scavato nella roccia. © Ritom/Nicola Demaldi

Il cantiere del Ritom accelera per recuperare il tempo perduto

Il pozzo forzato che sostituirà le vecchie tubature in superficie è stato scavato nella roccia. © Ritom/Nicola Demaldi

Da cento anni alla centrale idroelettrica di Piotta vengono turbinate le acque del bacino del Ritom. Era infatti il primo luglio del 1920 quando l’impianto entrò in servizio ed iniziò a fornire energia di trazione alla linea ferroviaria del San Gottardo. Fra quattro anni la centrale potrà godersi la meritata pensione. Verrà infatti sostituita dalla nuova che sta sorgendo al suo fianco e realizzata dalla Ritom SA (società costituita al 75% dalle FFS e per il restante 25% dal Cantone Ticino). I lavori, che prevedono un investimento di 250 milioni di franchi, hanno preso avvio nell’autunno del 2018 e la scorsa primavera hanno subito una battuta d’arresto per il lockdown causato dalla pandemia di coronavirus. «Il cantiere è rimasto chiuso per circa un mese» spiega al CdT Edy Losa, vicedirettore...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Intervalves di Biasca, novità all’orizzonte?

    INDUSTRIA

    La storica ditta aveva annunciato la chiusura a metà febbraio, ma adesso non sono da escludere «scenari inattesi: nell’aria c’è qualcosa di positivo» - Dopo la decisione di cessare l’attività, intanto, sono aumentate in modo importante le ordinazioni da parte dei clienti

  • 2

    Prendono vita le opere di Vincenzo Vela

    Arte

    Riproduzione in 3D delle sculture a Locarno e Giornico grazie all’iniziativa di Philippe Antonello e Stefano Montesi e in onore del bicentenario della nascita

  • 3

    Corbaro è tornato a volare sulla Turrita

    BELLINZONA

    Dopo oltre due mesi è stato liberato lo strigide curato da uno studio veterinario e dalla Società protezione animali cittadina nel rifugio di Gorduno-Gnosca - Che rende attenti: «I rapaci notturni faticano a sopravvivere a causa della continua erosione del loro habitat»

  • 4

    Nessuno sconto di pena per la violenza carnale

    Bellinzonese

    Condanna confermata anche dalla Corte di appello per il balcanico che a giugno del 2019 forzò una giovane ad avere un rapporto sessuale completo: 4 anni di carcere ed espulsione dalla Svizzera

  • 5
  • 1
  • 1