Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

SOTTO LA LENTE

L’esposizione fotografica di Nicola Demaldi al Castelgrande di Bellinzona stimola una riflessione sui cambiamenti dettati dall’apertura della galleria di base che ha avvicinato i centri del Cantone e consentito di scoprire bellezze in parte sconosciute - FOTO

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
Dentro. © Foto Demaldi

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

Dentro. © Foto Demaldi

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
L’orgoglio. © Foto Demaldi

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

L’orgoglio. © Foto Demaldi

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
Il fotografo Nicola Demaldi: «Un onore e un privilegio». © Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

Il fotografo Nicola Demaldi: «Un onore e un privilegio». © Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
© Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

© Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
© Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

© Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
Renzo Marielli, a sinistra, e Mario Branda. © Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

Renzo Marielli, a sinistra, e Mario Branda. © Ti-Press/Samuel Golay

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
Durante la corsa di prova, lo scorso autunno. © CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

Durante la corsa di prova, lo scorso autunno. © CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
© CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

© CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
© CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

© CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare
© CdT/Putzu

Il Ceneri non è più una barriera, ma ora occorre pedalare

© CdT/Putzu

Noi ticinesi lo sappiamo benissimo. Abbattere, anche solo metaforicamente, il Monte Ceneri è mica cosa semplice. Per infrangere quella «barriera», fisica soprattutto e mentale molto spesso, che divide in due il Cantone, ci è voluta un’opera che lasciasse addirittura tutto il mondo a bocca aperta: il tunnel di base messo in esercizio lo scorso dicembre che ha rivoluzionato la mobilità a Sud delle Alpi.

Un’infrastruttura sotterranea che, paradossalmente, ci ha fatto (ri)scoprire le bellezze che stanno sopra. A cielo aperto. Il fotografo della Turrita Nicola Demaldi ha colto, nella sua essenza, le due meraviglie. E il frutto del suo lavoro decennale è ammirabile fino al 7 novembre nella Sala Arsenale del Castelgrande di Bellinzona nella mostra intitolata «Il Ceneri e le sue Terre, una galleria...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Ci si sposa sempre meno, ma il sì ai castelli è da fiaba

    Bellinzona

    Nel 2020 sono diminuite sia le nozze sia le cerimonie di rito civile gestite direttamente dai servizi comunali - Il Sasso Corbaro e la sala del Municipio restano le cornici preferite - Attenzione, però: i divorzi sono in costante aumento

  • 3
  • 4

    Eventi comunali in tempo di pandemia: «Ecco come ci siamo mossi»

    Leventina

    Le proposte di Faido per un’estate attiva benché ancora segnata da alcune restrizioni: piani di protezione elaborati insieme all’hotline cantonale - L’obiettivo del cartellone di proposte? «Offrire momenti di spensieratezza e far conoscere la nostra realtà»

  • 5

    «Ma per i giovani la Città cosa sta facendo?»

    INTERPELLANZA

    Bellinzona: secondo il gruppo Verdi-MPS in Consiglio comunale la commissione consultiva nella prima legislatura non ha dimostrato «tutta la sua utilità e potenzialità, e questo principalmente per la mancanza di volontà, idee e obiettivi chiari da parte del Municipio»

  • 1
  • 1