Il contratto d’affitto dell’IRB e la vertenza da oltre un milione

IL CASO

Bellinzona: secondo la Fondazione per l’Istituto di ricerca in biomedicina il canone di locazione degli spazi di via Murate scade a fine marzo 2022 - Per il proprietario dell’immobile il termine tuttavia è il 2027: pretende quindi il pagamento di 220.000 franchi annui - Petizione alla Pretura cittadina

Il contratto d’affitto dell’IRB e la vertenza da oltre un milione
© CdT/Archivio

Il contratto d’affitto dell’IRB e la vertenza da oltre un milione

© CdT/Archivio

Il contratto d’affitto dell’IRB e la vertenza da oltre un milione
Ecco come si presenterà la nuova sede all’ex campo militare che verrà inaugurata il 27 novembre prossimo. © Rendering IRB

Il contratto d’affitto dell’IRB e la vertenza da oltre un milione

Ecco come si presenterà la nuova sede all’ex campo militare che verrà inaugurata il 27 novembre prossimo. © Rendering IRB

Ci sono in gioco tanti soldi pubblici. Oltre un milione di franchi che sarebbe a carico della Città di Bellinzona. E due posizioni che, allo stato attuale, sembrano difficilmente conciliabili. Tanto che come appreso dal Corriere del Ticino è in atto una causa a procedura semplificata, come viene definita in gergo, promossa dal proprietario dell’immobile di via Murate occupato da una quindicina d’anni dall’Istituto di ricerca in biomedicina (IRB) contro l’omonima fondazione.

Il pretore della Turrita Marco Ambrosini nelle scorse settimane ha fissato a fine ottobre il termine affinché l’IRB inoltri le proprie osservazioni alla petizione presentata del privato. Quest’ultimo ritiene che il contratto di locazione di 220.000 franchi annui, sottoscritto nel luglio 2006, sia valido sino al marzo 2027....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1