Il coronavirus cancella anche PerBacco!

BELLINZONA

Nessuna festa della vendemmia quest’anno, dal 3 al 6 settembre, nella capitale - Troppo grande l’incertezza legata all’evolversi dell’emergenza sanitaria

Il coronavirus cancella anche PerBacco!
© CdT/Archivio

Il coronavirus cancella anche PerBacco!

© CdT/Archivio

Il coronavirus cancella anche PerBacco!
© CdT/Archivio

Il coronavirus cancella anche PerBacco!

© CdT/Archivio

Anche PerBacco! getta la spugna. La festa della vendemmia di Bellinzona, in programma dal 3 al 6 settembre, non avrà luogo. Idem la manifestazione collaterale Vino in Villa prevista il 10 luglio. Troppo grande l’incertezza legata all’evolversi della pandemia. «La comprensibile decisione del Consiglio federale di contenerne lo sviluppo vietando tutte le manifestazioni con più di mille partecipanti fino al termine del mese di agosto e con possibilità di ulteriore proroga, non permettono nessuna programmazione ed hanno sconsigliato il nostro comitato a mantenere in calendario la nostra festa», si legge in una nota.

Nel frattempo, prosegue il comunicato, «stiamo studiando delle iniziative per sopperire a questa assenza forzata, soprattutto per sostenere, in questo difficile periodo, i produttori di vino e tutte le attività commerciali che ci hanno sostenuto negli anni precedenti. L’obiettivo, insomma, non è solo il 2021.

Il coronavirus cancella anche PerBacco!
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Secondo tubo del San Gottardo: iniziati i primi lavori

    Galleria

    Le opere preliminari hanno già preso il via a Göschenen, mentre ad Airolo, nel corso del 2020, è prevista la costruzione di un silo provvisorio per il sale - L’inizio dei lavori principali, sia a sud, sia a nord, è atteso nel 2021

  • 3

    La Città in soccorso di Casa Marta

    Bellinzona

    Il Municipio accorda un ulteriore sostegno finanziario di 450.000 franchi a favore della realizzazione del centro di accoglienza per senza tetto

  • 4

    Officine FFS, la progettazione in mani ticinesi

    CASTIONE

    Il Consorzio Al Galett, con a capo lo studio Orsi & Associati di Bellinzona, si è aggiudicato il concorso con un’offerta di 12,1 milioni di franchi - Inizio dell’attività a fine mese, durata di 7 anni

  • 5
  • 1
  • 1