Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti

Per incassare di più bisognerebbe allungare la filiera con porzionamento, imballaggio e salumeria

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti
In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti

In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti
In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti

In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti
In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

Il macello cantonale finanzia la gestione corrente ma soffre per i debiti

In calo la macellazione bovina, in aumento quella suina.

CRESCIANO- «Le cifre confermano che la MaTi (Macello Ticino n.d.r) autofinanzia la gestione ma il debito ipotecario pesa come una lastra di granito di Cresciano». Le parole del presidente del Consiglio di amministrazione Manfredo Forni ben sintetizzano la situazione finanziaria del macello cantonale con sede a Cresciano. L'annata 2017 si è comunque chiusa con un piccolo attivo nei conti (poco più di mille franchi su un movimento da 2,6 milioni) ma questo non vuole dire che tutti i problemi del passato siano stati risolti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
    RICORRENZA UNESCO

    Ritorno al futuro per i castelli: la storia incontra la tecnologia

    Il sindaco di Bellinzona Mario Branda svela alcuni dei contenuti del progetto di valorizzazione della fortezza medievale - Verrà meglio messa in risalto la murata, parchi gioco tematici per i bambini, allestimenti moderni: «Abbiamo un patrimonio unico nel suo genere in tutto l’arco alpino»

  • 3
    Il programma

    Ecco il Natale «speciale» dei bellinzonesi

    Dopo aver ovviamente dovuto rinunciare al tradizionale villaggio di piazza del Sole, il Municipio cittadino presenta le proposte per le festività nel centro storico e nei quartieri tra coreografia, concorsi per ravvivare il commercio e parcheggi gratuiti - Domani l’accensione degli alberi, ma senza cerimonie

  • 4
    Territorio

    «Bellinzona, in sé, è già un’idea forte»

    Il paesaggista Andreas Kipar, che ha accompagnato il Municipio cittadino nella stesura del Programma d’azione comunale, risponde alle critiche degli architetti del Seminario di progettazione: «Bisogna pensare prima al corpo, poi all’anima e solo alla fine al vestito: la riflessione deve partire dalla campagna»

  • 5
  • 1