Il ponte tibetano non ha perso il proprio appeal

Montagna

Nel 2020 la riscoperta delle attrazioni locali a seguito della pandemia ha determinato un’ulteriore progressione anche dei visitatori sui sentieri di Sementina e Monte Carasso con il loro spettacolare collegamento

Il ponte tibetano non ha perso il proprio appeal
©CdT/Archivio

Il ponte tibetano non ha perso il proprio appeal

©CdT/Archivio

La riscoperta della natura e delle attrazioni locali, fenomeno forzatamente molto marcato soprattutto nel post-lockdown dello scorso anno, ha permesso un’ulteriore progressione delle visite anche sulla montagna della sponda destra bellinzonese. A confermarlo sono i dati relativi alla teleferica Monte Carasso-Mornera e del bus navetta tra il piano e San Defendente/Curzùt. Nel 2020 il numero di utenti che hanno usufruito dell’impianto di risalita e del servizio di trasporto è stato praticamente lo stesso dell’anno precedente, assestandosi a quota 48.000 circa. È quanto spiega interpellato dal CdT Ivan Guidotti, direttore di Carasc, l’ente autonomo del Comune di Bellinzona che si occupa principalmente proprio della promozione e della valorizzazione di questa area montana. L’anno scorso vi sono dunque stati numeri analoghi a quello precedente, nonostante i due servizi citati siano stati sospesi per quasi tre mesi. «Il dato però più interessante riguarda il periodo da luglio a novembre 2020, quando abbiamo avuto un aumento degli utenti pari al 25% arrivando a circa 31.000».

I passaggi saranno conteggiati
Si può facilmente immaginare, quindi, che il ponte tibetano tra le valli di Sementina e Monte Carasso abbia anch’esso vissuto un’ulteriore progressione, dopo che già nei primi anni di apertura aveva registrato un successo clamoroso. Al momento ci si può basare unicamente sulla percezione, che comunque lasciano pochi dubbi: «Complessivamente le visite al ponte sono state molte e anche durante i primi mesi dell’anno e il lockdown i passaggi erano sicuramente sopra la media degli scorsi anni, con il bel tempo che ha giocato la sua parte». Alla fine del 2021 si potrà ottenere un dato più preciso perché è stata da poco installata una pedana conta-passaggi. Intanto si lavora al miglioramento dell’accoglienza.

©CdT/Archivio
©CdT/Archivio
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
  • 3

    Municipio da revocare? Solo un caso in dieci anni

    ISTITUZIONI

    Il 4 febbraio 2011 venne introdotta nella Costituzione cantonale la facoltà di chiedere al Governo l’allontanamento degli Esecutivi comunali - A Bellinzona fu lanciata subito una raccolta firme, poi abbandonata - Finora solo a Cademario nel 2019 è uscito il sì dalle urne - Marzio Della Santa (Enti locali): «Servono determinazione e fatti concreti»

  • 4

    Il cielo sopra le antenne di telefonia mobile si fa più cupo

    IL CASO

    Il Consiglio di Stato ha approvato la variante di Piano regolatore del Comune di Arbedo-Castione per disciplinare la posa degli impianti - Si fa leva sul cosiddetto modello «a cascata», privilegiando le aree meno sensibili per la popolazione

  • 5
  • 1
  • 1