In centro con la turborotonda

Viabilità

Previsti quattro anni di cantiere e un investimento di 65 milioni per la costruzione del semisvincolo autostradale di Bellinzona

 In centro con la turborotonda
La rotonda verrà realizzata sopra l’A2 in corrispondenza dell’attuale ponte di via Tatti. (Foto USTRA)

In centro con la turborotonda

La rotonda verrà realizzata sopra l’A2 in corrispondenza dell’attuale ponte di via Tatti. (Foto USTRA)

 In centro con la turborotonda

In centro con la turborotonda

 In centro con la turborotonda

In centro con la turborotonda

 In centro con la turborotonda

In centro con la turborotonda

 In centro con la turborotonda
I paletti variaponti indicano l’area di cantiere del futuro semisvincolo autostradale. (Foto Zocchetti)

In centro con la turborotonda

I paletti variaponti indicano l’area di cantiere del futuro semisvincolo autostradale. (Foto Zocchetti)

BELLINZONA - Una turborotonda del diametro di 60 metri per convogliare il traffico in uscita dall’autostrada verso il centro cittadino e viceversa. È questo, con il nome datogli dal direttore della filiale di Bellinzona dell’Ufficio federale delle strade Marco Fioroni, l’elemento che caratterizzerà il semisvincolo dell’A2 da e per sud. L’opera, come riportato nella relazione tecnica allegata al progetto esecutivo in pubblicazione sino al 10 luglio, persegue l’obiettivo di «catalizzare il traffico privato direttamente dalle strade principali all’autostrada, consentendo di diminuire le immissioni nelle aree residenziali e lavorative e nel contempo migliorare i percorsi del traffico lento». Con un investimento preventivato in 65 milioni di franchi, l’avvio del cantiere, ricorsi permettendo, è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1