Giustizia

L’accoltellatore di Sementina a processo

Il 71.enne dovrà rispondere di tentato omicidio intenzionale, subordinatamente lesioni semplici aggravate di fronte alla Corte delle Assise criminali di Bellinzona

L’accoltellatore di Sementina a processo
Foto Zocchetti

L’accoltellatore di Sementina a processo

Foto Zocchetti

LUGANO - Si è aperto il processo a carico del 71.enne che la notte del 16 giugno 2018 a Sementina inferse almeno tre coltellate alla moglie. Il primo fendente, secondo l’atto d’accusa stilato dal procuratore pubblico Nicola Respini, colpì la donna all’addome mentre stava dormendo. Le altre sue coltellate, all’addome e alla mano, l’uomo le inferse mentre la consorte stava fuggendo dalla camera da letto. Le accuse nei confronti del 71.enne difeso dall’avvocato d’ufficio Marco Masoni, sono di tentato omicidio intenzionale per dolo eventuale e, subordinatamente, di lesioni semplici aggravate. La Corte delle Assise criminali di Bellinzona è presieduta dal giudice Amos Pagnamenta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    INTERROGAZIONE

    «Posate e bicchieri riutilizzabili anche a Bellinzona»

    I consiglieri comunali dell’Unità di Sinistra Lisa Boscolo ed Alessandro Lucchini chiedono al Municipio di valutare la misura così da poter ridurre la plastica monouso in occasione di manifestazioni pubbliche

  • 2
  • 3
    Giudiziaria

    Mortale di Lodrino, si va avanti

    Il legale dell’addetto alla sicurezza che provocò la morte di un centauro all’aeroporto ha inoltrato ieri la dichiarazione d’appello contro la sentenza di condanna per omicidio colposo: al 99% si tornerà in aula

  • 4
    Officine FFS

    Iniziativa, a teatro il copione è lo stesso

    Un'ottantina di persone al Sociale di Bellinzona per la serata pubblica promossa da Modem della RSI sul testo in votazione domenica 19 maggio – I fronti rimangono granitici e fermi sulle loro posizioni

  • 5
    OFFICINE FFS

    «Agli operai chiedo rispetto, coerenza ed affidabilità»

    A 100 giorni dalla sua entrata in carica parla per la prima volta il neodirettore dello stabilimento FFS di Bellinzona Francesco Giampà: «Stiamo lavorando per il 2026, quando il nuovo sito produttivo sarà finalmente realtà»

  • 1