L’eritreo resta dietro le sbarre

BELLINZONA

Donna caduta dal balcone: il giudice dei provvedimenti coercitivi ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa - Il regime di espiazione anticipata della pena è stato prorogato per altri 3 mesi

L’eritreo resta dietro le sbarre
Foto Carlo Reguzzi

L’eritreo resta dietro le sbarre

Foto Carlo Reguzzi

L’eritreo resta dietro le sbarre

L’eritreo resta dietro le sbarre

L’eritreo resta dietro le sbarre

L’eritreo resta dietro le sbarre

BELLINZONA – Nulla da fare. Il 37.enne eritreo accusato di aver ucciso la moglie il 3 luglio 2017 a Bellinzona, gettandola dal balcone del loro appartamento in via San Gottardo 8, resta in carcere. Come appreso stamattina dal CdT, il Giudice dei provvedimenti coercitivi (Gpc) Paolo Bordoli si è pronunciato negativamente sull’istanza di scarcerazione avanzata dalla patrocinatrice dell’uomo, l’avvocatessa Manuela Fertile. Il cittadino africano, accusato di assassinio (subordinatamente omicidio intenzionale), resterà in detenzione altri 3 mesi (ovviamente sempre in regime di espiazione anticipata della pena). Pertanto attenderà con ogni probabilità il processo dietro le sbarre. Un dibattimento che come aveva anticipato il nostro giornale il 3 luglio scorso avrebbe dovuto essere celebrato dall’11 settembre prossimo di fronte alla Corte delle Assise criminali presieduta dal giudice Marco Villa, il quale ha tuttavia rinviato l’atto d’accusa al procuratore pubblico Moreno Capella (che aveva chiesto altri 6 mesi di carcere) affinché lo completi. La decisione del Gpc, di 12 pagine, è maturata dopo aver letto gli atti dell’inchiesta e, soprattutto, dopo aver ascoltato giovedì pomeriggio il 37.enne eritreo. Quest’ultimo ha ribadito la sua innocenza, sostenendo che la compagna di 24 anni e madre dei suoi due figli si è buttata volontariamente dal terrazzo e lui ha cercato in tutti i modi di salvarla. Una versione che l’accusato non ha mai cambiato fin da quando gli sono state messe le manette ai polsi, ma alla quale il pp Moreno Capella non crede. La difesa sta valutando se ricorrere contro il no del Gpc.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Due Filarmoniche per un concerto magico

    MUSICA

    La prima esibizione dei sodalizi di Bellinzona e di Faido è stata un successo: si replicherà in media Leventina domenica 15 dicembre - Le due formazioni si distinguono nel panorama bandistico ticinese per la capacità di far musica assieme

  • 2

    Artore ritrova il suo amato organo

    MUSICA

    Terminati i lunghi lavori di restauro lo strumento della chiesa di San Sebastiano è tornato al suo antico splendore - La cerimonia di riconsegna è in programma domenica 8 dicembre in occasione della festa dell’Immacolata

  • 3

    «Non sempre chi vince ha ragione»

    OFFICINE FFS

    L’associazione Giù le mani si è presa tre mesi di riflessione per capire in quale direzione andare dopo la bocciatura dell’iniziativa popolare - Gianni Frizzo: «Quello che è certo è che non staremo zitti»

  • 4

    Fabio Käppeli in corsa per il Municipio

    ELEZIONI

    Bellinzona: l’attuale capogruppo PLR in Consiglio comunale e deputato ha sciolto le riserve - «Voglio portare nell’Esecutivo la voce dei giovani e di chi si è allontanato dalla politica»

  • 5

    Quella gru non sarà come la Torre di Pisa

    Castione

    L’impianto per lo stoccaggio di energia sorgerà su un terreno ghiaioso - A livello statico si prevedono cedimenti massimi dell’ordine di 1 centimetro che non preoccupano i promotori - Mistero attorno all’altezza: 60, 100 metri o una via di mezzo?

  • 1
  • 1