L’OCST saluta con soddisfazione l’interruzione della attività nei cantieri

misure

La decisione persa oggi dal Consiglio di Stato è considerata come misura ineluttabile per arginare la diffusione del contagio da coronavirus

 L’OCST saluta con soddisfazione l’interruzione della attività nei cantieri
© CDT/ Archivio

L’OCST saluta con soddisfazione l’interruzione della attività nei cantieri

© CDT/ Archivio

L’OCST saluta con grande soddisfazione la decisione odierna del Consiglio di Stato di interrompere tutte le attività nei cantieri e nelle industrie ticinesi. Una misura oramai ineluttabile per arginare la diffusione del contagio.

Secondo l’Organizzazione Cristiano Sociale, fermare le attività non essenziali e ridurre i contatti tra le persone, oltre che gli spostamenti, rappresenta ormai la misura più efficace per affrontare questa crisi sanitaria. OCST spiega che, oltre ad avviare molte iniziative in questa direzione, ha operato con le parti contraenti dei settori dell’edilizia e dell’artigianato, oltre ad indirizzare richieste pressanti alle aziende industriali per giungere all’odierna decisione ed invita le aziende che ancora non l’abbiano fatto, a fare richiesta di lavoro ridotto per evitare licenziamenti.

La misura riguarderà decine di migliaia di lavoratori che hanno vissuto queste giornate con apprensione e evidente disagio. Garantire all’interno dei cantieri e nelle aziende industriali le distanze sociali di sicurezza e le altre misure igieniche necessarie risultava essere improponibile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Anche Bellinzona ha bisogno di angeli»

    La proposta

    Aiutano le persone bisognose per strada, forniscono informazioni e si mettono a disposizione delle istituzioni: i City Angels farebbero comodo anche nella capitale secondo due consiglieri comunali di Lega e UDC

  • 2

    Cara Città, puoi davvero sorridere ovunque

    SOTTO LA LENTE

    Bellinzona: negli ultimi cinque anni la popolazione è cresciuta in tutti i quartieri, ad eccezione di Pianezzo dove si è registrata una leggera diminuzione - Oltre alla Turrita, i paesi che hanno avuto una progressione maggiore sono stati nell’ordine Claro, Sementina e Monte Carasso

  • 3
  • 4

    La città che piace alle famiglie: «Tranquilla e con tutti i servizi»

    IL CASO

    Bellinzona, dall’aggregazione vi è stato un costante aumento della popolazione (+1.102 persone in un lustro) fino ad arrivare a 44.530 residenti - Il sindaco Mario Branda: «La Turrita è sempre stata in controtendenza rispetto agli altri poli del Cantone» - Chi opta per la capitale ticinese lo fa alla luce dell’ottima qualità di vita, degli affitti meno cari e della sicurezza

  • 5

    Parcheggi: agevolazioni o complicazioni?

    INTERPELLANZA

    Fino all’anno scorso un posto auto nei quartieri della nuova Bellinzona costava 220 franchi all’anno – Il consigliere comunale leghista Luca Madonna: «Ora il costo è diventato proibitivo»

  • 1
  • 1