La guerra dei cavalli al trotto

Paradiso: la curiosa vicenda del divieto che un secolo fa scatenò una bufera durata anni - Le contestazioni impegnarono il Municipio per 40 sedute

La guerra dei cavalli al trotto
La vecchia iscrizione.

La guerra dei cavalli al trotto

La vecchia iscrizione.

La guerra dei cavalli al trotto
La strettoia di via Boggia su cui era visibile il divieto. (Foto Soldati)

La guerra dei cavalli al trotto

La strettoia di via Boggia su cui era visibile il divieto. (Foto Soldati)

La guerra dei cavalli al trotto
(Foto Zocchetti)

La guerra dei cavalli al trotto

(Foto Zocchetti)

La guerra dei cavalli al trotto
(Foto Zocchetti)

La guerra dei cavalli al trotto

(Foto Zocchetti)

PARADISO - "È proibito far correre cavalli nel paese di più del mezzo trotto": recitava così una vecchia iscrizione recentemente scomparsa (ma destinata a venir ripristinata) visibile nella strettoia di via Boggia a Paradiso. Un divieto introdotto nel 1898 per salvaguardare la sicurezza dei bambini dell'ex asilo ma che scatenò una bufera durata anni, impegnando il Municipio tra multe mai pagate, ricorsi, controricorsi, parole grosse e contestazioni per ben 40 sedute.

Nell'edizione cartacea, l'intera storia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    Bellinzona

    Ai pipistrelli non piace la movida

    Molto frequentata in estate, la golena è protetta e non può ospitare eventi prolungati e strutturati - Rumore e luce disturberebbero gli equilibri ecologici secondo il Cantone che ha messo il veto alla proposta di un promotore - Ma il Comune pensa ad una via di mezzo

  • 2
  • 3
  • 4
    POLITICA

    L’UDC riparte da Brenno Martignoni Polti

    Bellinzona, l’ex sindaco e deputato nominato presidente dei democentristi della capitale: è il terzo timoniere in meno di tre anni - Subentra al dimissionario Simone Orlandi finito sotto inchiesta per lo scandalo delle targhe - Non è mancata la frecciatina: «In aprile il Municipio avrebbe dovuto essere bocciato: ora tocca a noi farci sentire, coinvolgendo i cittadini»

  • 5
  • 1