La lista del PLR di Bellinzona cambia quasi per metà

Elezioni comunali

Tre dei sette candidati che puntavano al Municipio un anno fa non saranno più in corsa - A sostituirli per le elezioni del 18 aprile pronti Silvia Gada, Michela Pini e Damiano Stroppini - Confermati l’uscente Simone Gianini, Renato Bison, Fabio Käppeli e Nicola Zaharulko

La lista del PLR di Bellinzona cambia quasi per metà
CdT/Archivio

La lista del PLR di Bellinzona cambia quasi per metà

CdT/Archivio

Dopo l’annullamento delle elezioni comunali dell’aprile 2020 causa pandemia ne sono cambiate di cose. Anche a Bellinzona. E anche in casa liberale. Tanto che mentre altre formazioni per il Municipio presenteranno delle liste-fotocopia o quasi, quella del PLR cambierà quasi per metà. Sono tre i candidati propostisi in lista un anno fa che non saranno più in corsa il prossimo 18 aprile. Già si sapeva di Christian Paglia, il municipale uscente finito nella bufera per i sorpassi di spesa in tre opere pubbliche comunali: già alla fine della scorsa primavera, qualche settimana dopo che era emerso pubblicamente il problema, aveva annunciato che non si sarebbe ricandidato, adducendo motivi essenzialmente di carattere professionale. Nel frattempo la sezione ha criticato le sue mancate dimissioni, e...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1