VALLE BEDRETTO

La passeggiata enogastronomica diventa ecosostenibile

Oltre ai prodotti a chilometro zero in occasione della nona edizione della Mangia e cammina sugli alpi in programma l’11 agosto si farà uso di materiale biodegradabile

La passeggiata enogastronomica diventa ecosostenibile
Da leccarsi i baffi. (Foto Maffi)

La passeggiata enogastronomica diventa ecosostenibile

Da leccarsi i baffi. (Foto Maffi)

La passeggiata enogastronomica diventa ecosostenibile
Autorità ed organizzatori. (Eticinforma.ch/Bosia)

La passeggiata enogastronomica diventa ecosostenibile

Autorità ed organizzatori. (Eticinforma.ch/Bosia)

BEDRETTO - Mangiare e camminare, un binomio perfetto come lo definisce Fabrizio Barudoni, vicedirettore dell’Organizzazione turistica regionale bellinzonese e alto Ticino (OTR). Oggi è stata presentata la nona edizione di Mangia e cammina sugli alpi che si terrà l’11 agosto in Valle Bedretto. Un evento unico nel suo genere, che riscuote sempre più successo, perché fa scoprire al pubblico la splendida valle dell’alta Leventina assieme a una varietà di squisiti cibi locali.

Ogni anno Pro Bedretto, l’associazione che si impegna a organizzare la manifestazione, propone una serie di attività per tutte le età, con sempre delle novità. Quest’anno verrà usato materiale biodegradabile, aderendo all’iniziativa del cantone “Territorio e montagne pulite”. Un cambiamento indispensabile a seguito dell’aumento delle persone che frequentano la montagna, come ha spiegato il presidente della Mangia e cammina Fabio Grazioli. Per di più, cambia il tragitto del percorso previsto nel corso della giornata, con l’introduzione della fermata all’alpe Manegorio. Un cambiamento che ha richiesto anche la creazione di un nuovo sentiero per rendere la tratta più facile e accessibile a tutti. Una terza innovazione di quest’anno è l’area giochi per i bambini, “U c’anton di cràpasc”, alla postazione finale a Ronco. Infine, torna il concorso fotografico, sempre al passo con i tempi, a tema “selfie”.

Un evento imperdibile sopra i 1.400 metri di altitudine. A ogni postazione si possono trovare diversi prodotti a chilometro zero: dai formaggi e alla salumeria passando per i digestivi e i pasticcini. Tra questi si potrà trovare anche il miele del sindaco di Bedretto Ignazio Leonardi. Per godersi i prodotti anche a casa, saranno quasi tutti in vendita alla postazione finale dove verrà offerto il pranzo. Inoltre, saranno allestite anche delle esposizioni culturali, sempre richiamando temi legati al territorio. Infine, non mancherà l’intrattenimento musicale garantito dai Sanook, come da tradizione, e da altri gruppi della regione.

Il presidente della Pro Bedretto, Patrizio Farei, ha infine accennato alle novità previste nel 2020 dall’associazione, promotrice della manifestazione, tra cui anche la decima edizione della Mangia e cammina sugli alpi. Lo svolgimento dell’evento è frutto del duro lavoro dei vari membri del comitato organizzativo come anche degli oltre 200 volontari che si mettono a disposizione per garantire una giornata all’insegna della natura e della convivialità. Le iscrizioni all’evento apriranno il 12 giugno alle 9, sul sito www.mangiaecamminasuglialpi.ch, fino a esaurimento dei 1.200 posti disponibili.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    CADENAZZO

    Le luci rosse si stanno spegnendo

    Dopo le polemiche per la morte di una trans è migliorata la situazione allo stabile al Bosco anche se sono ancora presenti delle prostitute - Nelle scorse settimane vi è stato un primo controllo di polizia

  • 2
    GASTRONOMIA

    «Lo streetfood non va demonizzato»

    Il presidente di GastroTicino Massimo Suter invita i ristoratori «a capire le esigenze della clientela che sceglie le piazze» - Intanto Bellinzona si prepara alla quarta edizione del festival in programma da venerdì

  • 3
  • 4
    INTERPELLANZA

    Assistenza, «Giornico è il Bengodi?»

    Il consigliere comunale indipendente Donatello Poggi torna a chiedere lumi al Municipio sui casi e sulla linea adottata dall’autorità sul tema: «La percentuale si aggira attorno al 10%, non è un buon indicatore»

  • 5
    BELLINZONA

    C’è Easyvote all’ombra dei castelli

    La Città aderisce al progetto volto a promuovere l’esercizio del diritto di voto dei giovani iscritti nel catalogo elettorale - Si partirà con le elezioni federali di ottobre

  • 1