Le proposte per i giovani cambiano ma non si fermano

Bellinzona

Riduzione del numero massimo di partecipanti e attività online per rispettare il distanziamento sociale

 Le proposte per i giovani cambiano ma non si fermano
Il Social Truck per il momento rimane in garage, ma i suoi microprogetti per ragazze e ragazzi dei 13 quartieri cittadini proseguono in rete.

Le proposte per i giovani cambiano ma non si fermano

Il Social Truck per il momento rimane in garage, ma i suoi microprogetti per ragazze e ragazzi dei 13 quartieri cittadini proseguono in rete.

Consegna delle provviste e dei medicinali a domicilio, telefonate per sondare le condizioni psico-fisiche. Sono solo alcune delle iniziative promosse da Comuni ed associazioni varie per rendere un po’ meno complicato il tran-tran quotidiano delle persone anziane durante questa interminabile emergenza sanitaria causata dalla pandemia di SARS-Cov-2. E per i giovani cosa si è fatto o cosa si sta facendo? D’accordo: la scuola, per il momento, continua a funzionare in presenza e fino ai 16 anni sono consentite le attività sportive di gruppo. Cinema, teatri, biblioteche, per non fare che qualche esempio, sono però chiusi. Ed anche gli assembramenti di più di cinque persone non sono consentiti. Cosa propone la Città a bambini e adolescenti affinché non si limitino ad occupare il loro tempo incollati...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1