Le settimane bianche bellinzonesi sono salve

Bellinzona

Dopo le critiche emerse negli scorsi giorni all’ipotesi di tagliare questa offerta scolastica, il sindaco Mario Branda ha annunciato che il Municipio non adotterà la misura nell’ambito del Preventivo 2022

Le settimane bianche bellinzonesi sono salve
©CdT/Archivio

Le settimane bianche bellinzonesi sono salve

©CdT/Archivio

Le settimane bianche delle scuole elementari di Bellinzona sono salve. Prendendo la parola all’inizio della seduta odierna del Consiglio comunale il sindaco Mario Branda ha infatti annunciato che il Municipio non intende approfondire questa ipotesi nell’ambito delle misure di risparmio contenute nel Preventivo 2022 della Città, attualmente in allestimento. Commentando la levata di scudi degli scorsi giorni ed esprimendosi sulla proposta di risoluzione di MPS-Verdi contro i tagli nella scuola, il sindaco aveva comunque premesso che le proposte competono per legge al Municipio, mentre al Consiglio comunale ha la competenza di esprimersi in merito. La decisione, ha aggiunto, non era ancora stata presa, «nondimeno abbiamo preso atto delle preoccupazioni formulate, e vogliamo sottolineare che sulla scuola si continua a investire molto». Ha quindi comunicato che, come detto, l’Esecutivo non toccherà le settimane bianche.

Già un anno fa il Legislativo si oppose
Prendendo atto della «retromarcia», il gruppo Verdi-MPS-FA-POP ha dunque ritirato la proposta di risoluzione che chiedeva in sostanza di seguire quanto già deciso un anno fa dal plenum, mantenendo dunque questa offerta per gli allievi e di non tagliare sulla scuola. Già nel quadro del Preventivo 2021, ricordiamo, il plenum aveva infatti bocciato l’idea di abolire le settimane bianche delle scuole elementari, motivata da Municipio e Collegio dei docenti col fatto che didatticamente risulterebbe più utile la formula delle settimane verdi.

Due debuttanti in casa Lega e PLR
Intanto stasera fanno il loro debutto nel Legislativo cittadino la leghista Manuela Genetelli (al posto del democentrista Simone Orlandi dimissionario a seguito della vicenda delle targhe automobilistiche che lo vede indagato) e il già municipale di Gudo Carmelo Malingamba (subentrato a Sabina Calastri per il gruppo PLR).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1