Le sirene della Croce Verde suonano di più il lunedì

Soccorso preospedaliero

Il primo giorno della settimana è quello che fa registrare la maggior frequenza di interventi - Nel 2019 le missioni hanno sfiorato quota 4.000, più del doppio rispetto al 2002 quando le ambulanze bellinzonesi si trasferirono nella sede in via Rodari

 Le sirene della Croce Verde suonano di più il lunedì
L’anno scorso le ambulanze della CVB hanno percorso complessivamente 116.405 chilometri. ©CdT/Archivio

Le sirene della Croce Verde suonano di più il lunedì

L’anno scorso le ambulanze della CVB hanno percorso complessivamente 116.405 chilometri. ©CdT/Archivio

Chi sostiene che il lunedì è il giorno peggiore della settimana ha un motivo in più per avvalorare la sua tesi. È infatti proprio di lunedì che la Croce Verde di Bellinzona (CVB) registra il numero maggiore di interventi. Il dato statistico emerge dal bilancio di attività del 2019 che ha fato segnare un nuovo primato con 3.984 interventi effettuati. In media fanno quasi 11 al giorno. Se rispetto all’anno precedente le missioni sono aumentate solo dell’1,4%, il loro numero è invece più che raddoppiato (+67,8%) confrontandolo con quello registrato nel 2002, cioè quando la CVB si trasferì nella sede che occupa tuttora in via Rodari 6. Insomma, il trend è in costante crescita come mostrano i dati forniti dall’ente: +5,5% sul 2017 (3.728 interventi), +10,8% sul 2016 (3.516 interventi), e +18% sul 2015 (3.232 interventi).

«Cause difficili da identificare»

«Risulta difficile identificare con certezza le cause di questo costante incremento degli interventi che effettuiamo nel corso dell’anno. O, meglio, non c’è una causa predominante», spiega al CdT Katia Bogiani, direttrice dell’ente di soccorso preospedaliero. «L’aumento del numero di abitanti del Bellinzonese - aggiunge la direttrice della CVB - potrebbe essere un motivo, così come l’invecchiamento della popolazione. In effetti, sempre stando ai dati appena diffusi, la fascia di età maggiormente coinvolta è quella compresa tra gli 80 e gli 85 anni. Ma Katia Bogiani ribadisce che «una spiegazione certa per l’aumento costante del nostro impegno non siamo riusciti ad individuarla». Di certo vi è che per farvi fronte la CVB ha incrementato personale e mezzi attivi sul territorio. «Già qualche anno fa abbiamo aggiunto una terza ambulanza alle due che erano in servizio durante la fascia diurna», ricorda Katia Bogiani rilevando che, di conseguenza, anche l’organico della CVB è cresciuto.

Predominano le malattie

Ma torniamo ai dati statistici: nel 2019 le missioni svolte per soccorrere pazienti a causa di una malattia sono state pari all’80% del totale, mentre il restante 20% è da imputarsi a infortuni. Le diagnosi maggiori sono state relative a traumi e politraumi (19%) e a casi psichiatrici (11%). Le quote relative alla suddivisione per sesso vedono una leggera predominanza delle donne (52%) rispetto agli uomini (48%).

Il 78% degli interventi ha comportato la partenza immediata dell’ambulanza con segnali prioritari per soccorrere pazienti la cui vita era potenzialmente in pericolo. Le missioni effettuate in simultanea da più veicoli di soccorso hanno visto impegnate due ambulanze nel 37% dei casi, tre nel 25%, quattro nel 9%, e cinque nel 2% dei casi. La struttura sanitaria di destinazione è stata per il 66% delle missioni l’ospedale San Giovanni di Bellinzona, seguito dall’ospedale Civico di Lugano (7%) e dalla Clinica psichiatrica cantonale (6%).

Marzo mese intenso

Il mese di marzo è stato quello più intenso dal punto di vista del numero degli interventi effettuati, mentre maggio è quello che ne ha registrati di meno. E nell’arco della settimana, come detto, il lunedì è stato il giorno più impegnativo, mentre domenica la giornata con l’attività più ridotta. La maggiore concentrazione di interventi si è svolta nella fascia oraria compresa tra le 10 e le 11.

I chilometri totali percorsi dai veicoli della CVB nel 2019 sono stati 116.405, e ogni missione ha avuto una durata media un’ora e venti minuti. Le coperture eseguite per conto di altri servizi (vale a dire l’avvicinamento di un veicolo della CVB al comprensorio di un ente limitrofo nel caso in cui quest’ultimo abbia tutti i veicoli già impegnati) sono state 208.

Si festeggiano i 100 anni

Intanto, l’ente si prepara a celebrare una tappa importante del suo cammino: il primo centenario. Era infatti il 12 aprile del 1920 quando un gruppo di cittadini, spinti da un nobile spirito umanitario, ritenne che fosse arrivato il momento di dar vita a una società di soccorso.

Nella cornice del Caffè della Città fu così creata l’assemblea costitutiva che sarebbe diventata da lì a breve la Società volontaria di soccorso Croce Verde Bellinzona e dintorni. Per festeggiare insieme alla popolazione questo prestigioso traguardo nel mese di maggio 2020 sono in programma alcuni eventi celebrativi.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1