Sinistro

«Lo scricchiolio, il botto e le grida»

La proprietaria ancora scossa dopo il crollo del controsoffitto che ha causato cinque feriti lievi al Wine Bar di Sementina: Polizia al lavoro per determinare le cause - GUARDA IL VIDEO

«Lo scricchiolio, il botto e le grida»
L’interno del locale. (Foto Rescue Media)

«Lo scricchiolio, il botto e le grida»

L’interno del locale. (Foto Rescue Media)

SEMENTINA - «Ho sentito uno scricchiolio, poi un botto e infine le grida». È ancora comprensibilmente scossa la proprietaria del Wine Bar di Sementina quando la incontriamo sul posto dopo il crollo dell’intero controsoffitto dell’esercizio pubblico situato al pianterreno del complesso, realizzato tra il 2006 e il 2008, che su via Locarno ospita anche la Coop, la Posta, saloni di bellezza e una farmacia, e ai piani superiori numerosi appartamenti. Mancavano pochi minuti alle 17 oggi quando si è sfiorata la tragedia, con un bilancio che fortunatamente parla invece «solo» di cinque feriti lievi di cui tre nel frattempo già dimessi. Secondo nostre informazioni si tratterebbe di una cameriera e di quattro clienti che si trovavano nel bar quando si è verificato il misterioso cedimento su cui la Polizia scientifica cercherà di far luce.

La proprietaria, ci racconta, si trovava nel vicino ufficio quando ha avvertito il botto e poi, come detto, le grida delle persone che hanno assistito alla spaventosa scena, con materiale di vario genere crollato lungo l’intera lunghezza del locale. Si tratta di un bar molto frequentato soprattutto per l’aperitivo, orario a cui ci si stava avvicinando quando è avvenuto il crollo le cui cause come detto al momento rimangono avvolte nel mistero.

Da parte dei responsabili del locale c’è poca voglia di parlare. Lo spavento è ancora troppo fresco. C’erano state avvisaglie in passato o qualche difetto particolare nel locale?, chiediamo alla proprietaria. «Assolutamente no, nessuna avvisaglia, altrimenti sarei intervenuta, ci tengo all’incolumità dei miei clienti e dei miei dipendenti» risponde secca. L’attuale proprietà ha rilevato il bar nel 2013 e non aveva avuto problemi in questi sei anni di attività, ci spiega. Quali potrebbero quindi essere le cause di questo sinistro? Nessuna ipotesi concreta è stata azzardata. Sarà l’inchiesta della Polizia a far luce sul caso.

Mentre i clienti più affezionati si stringevano intorno ai proprietari e alla gerente ancora increduli per l’accaduto, gli esperti erano al lavoro all’interno del bar per raccogliere più dettagli possibili così da capire cosa sia realmente accaduto. Nel frattempo i feriti - presi inizialmente in cura sul posto dagli addetti della Croce Verde di Bellinzona, di Tre Valli Soccorso e del Salva - si trovavano all’ospedale per degli accertamenti. Come ha poi spiegato la Polizia cantonale in un comunicato, stando a una prima valutazione medica hanno riportato ferite leggere. Intanto gli agenti avevano isolato la zona anche per effettuare gli accertamenti utili a determinare le cause che hanno generato il cedimento, accertamenti che continueranno nei prossimi giorni, affinché le persone coinvolte possano sapere per quale motivo, mentre si trovavano tranquillamente al bar per un caffè, si sono viste crollare il soffitto addosso.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Articoli Suggeriti
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1