CASTIONE

Luci rosse anche per i disabili

Sono entrati nel vivo gli importanti lavori di ristrutturazione dell’ex Motel: nell’ambito degli interventi di ammodernamento delle camere è prevista la realizzazione di una stanza per le persone che presentano handicap fisici

Luci rosse anche per i disabili
Il restyling degli spazi si concluderà entro due mesi. (Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili

Il restyling degli spazi si concluderà entro due mesi. (Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili
(Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili

(Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili
(Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili

(Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili
(Foto Archivio CdT)

Luci rosse anche per i disabili

(Foto Archivio CdT)

Si concluderà indicativamente entro un paio di mesi la ristrutturazione dell’ex Motel Castione, il postribolo situato nell’omonimo Comune, lungo la “tirata” per Claro. Gli interventi sono importanti e riguardano le camere dove le “artiste” esercitano la prostituzione. Un abbellimento senza ampliamento per nulla sfarzoso (non sono previsti, ad esempio, saune ed idromassaggi in voga in altri locali a luci rosse) ma che il proprietario dell’immobile ha reputato necessario a causa della vetustà dello stabile. L’altra novità riguarda la realizzazione di una stanza dove le persone con disabilità possano soddisfare i propri bisogni sessuali. Bocche cucite sull’investimento complessivo.

Il restyling del ritrovo osé in passato è stato più volte rimandato in quanto non era per nulla chiaro se potesse o meno trasformarsi – come poi è avvenuto – nel primo bordello ufficiale del Sopraceneri. Ottenuto il via libera al cambiamento di destinazione da snack-bar con camere a postribolo a tutti gli effetti, la società anonima alla quale appartiene il complesso ha deciso di procedere all’ammodernamento degli spazi nei quali le donne praticano il meretricio. Aprendo nel contempo le porte, come detto, ai diversamente abili. Non è la prima volta che nella nostra regione un lupanare opta per una scelta simile. Il Lumino’s avrebbe voluto fare lo stesso, ma poi sappiamo tutti come è andata a finire la breve esperienza del postribolo ubicato in zona Bassa a Lumino che ha cessato l’attività il 29 luglio 2013 su ordine della Magistratura. “Non ci sono chiaramente molti clienti che presentano handicap fisici, tuttavia si è deciso di offrire loro questo servizio perché c’è gente che si rivolge a noi con questa esigenza”, ci dice l’amministratore delegato. Parlando di clienti è inevitabile chiedere al nostro interlocutore se anche l’ex Motel Castione (oggi Casa Yasmine) sente la crisi che ha colpito le luci rosse in Ticino: “Confermo. Non c’è più il via vai di un tempo. Sono calati i visitatori provenienti dall’Italia, in particolare, ma anche gli svizzeri sono diminuiti. I motivi sinceramente non li conosco”.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1