Mezzo secolo di solidarietà: finalmente si festeggia

LA RICORRENZA

L’associazione Inter-Agire celebrerà l’anniversario il prossimo 11 settembre - Al Centro Ciossetto di Sementina è previsto un momento di festa insieme ai cooperanti - Pubblicato anche un libro che raccoglie le testimonianze dei volontari

Mezzo secolo di solidarietà: finalmente si festeggia

Mezzo secolo di solidarietà: finalmente si festeggia

Ha dovuto attendere un anno, ma ora Inter-Agire può finalmente celebrare il mezzo secolo di attività. Lo farà il prossimo 11 settembre al Centro Ciossetto di Sementina con storie, cibo, musica ed allegria. Sarà l’occasione per incontrarsi, chiacchierare e riflettere su questi 50 anni di invio di cooperanti dalla Svizzera italiana nel mondo con musica e gastronomia (iscrizioni scrivendo un’e-mail a [email protected]). Non mancherà la possibilità di incontrare il Comitato di Inter-Agire, cooperanti ed ex cooperanti e il personale amministrativo della sede regionale di Comundo, i quali spiegheranno anche attraverso alcuni video cosa significhi per loro impegnarsi per un mondo più giusto.

Principi su cui ci si è interrogati a lungo e che ancora oggi sono alla base del lavoro di questa associazione la cui origine risale al 1970. Correva infatti quall’anno quando nacque l’associazione Solidarietà Terzo Mondo, antenata di Inter-Agire, che ancora oggi assieme alla Bethlehem Mission Immensee e a Interteam continua ad esistere sotto il cappello di Comundo. Per sottolineare il mezzo secolo di esistenza, Inter-Agire ha inoltre pubblicato il libro «Storie di questo mondo. 50 anni di cooperazione raccontati da chi li ha vissuti», con testimonianze raccolte dalla giornalista e scrittrice Sara Rossi Guidicelli e una panoramica sull’evoluzione del mondo della cooperazione allo sviluppo.

I cooperanti ticinesi attualmente sul posto sono circa una decina e lavorano in diversi ambiti: per uno sviluppo urbano dignitoso, a sostegno di cooperative agricole, per promuovere il turismo comunitario, in ambito artistico con spettacoli di sensibilizzazione, per migliorare la qualità dell’educazione, a sostegno della popolazione in situazione di strada. In 50 anni di attività sono partite oltre 160 persone per progetti di lunga durata.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Rustici, si punta sull’affitto

    Valle di Blenio

    Un marchio dedicato, una piattaforma online rinnovata, un kit di benvenuto e un contributo finanziario fino a 2.000 franchi per convincere i proprietari ad aderire al progetto lanciato dall’OTR e all’Ente regionale di sviluppo con l’obiettivo di incrementare l’offerta di posti letto

  • 2
  • 3

    Le sigarette dovranno rimanere spente nei parchi giochi

    IL CASO

    Bellinzona, via libera del Consiglio comunale al divieto con l’obiettivo di tutelare la salute dei bambini e dare un segnale forte nella prevenzione del tabagismo - Si potrà invece continuare a fumare alle fermate dei bus

  • 4

    Che casino: ma alla fine è tutto OK

    ISTITUZIONI

    Bellinzona, il Legislativo approva i consuntivi 2020 dei cinque enti autonomi comunali nonostante i dubbi della destra e del Movimento per il socialismo - L’ex sindaco Brenno Martignoni Polti: «Mettiamo a disposizione gli spazi dei musei agli artisti indipendenti» - Giuseppe Sergi: «Siamo contrari ai contratti di prestazione» - E su Carasc il capogruppo leghista Luca Madonna, dopo essere intervenuto, è invitato a lasciare la sala

  • 5

    Diventare apprendista per la Città di Bellinzona

    Formazione

    Sono una settantina i giovani che stanno imparando una professione nell’Amministrazione comunale della capitale: sabato 2 ottobre un pomeriggio in cui si potranno scoprire le varie possibilità e informarsi

  • 1
  • 1