«Non conosce i motivi? Non ci sorprende»

ISTITUZIONI

Roveredo: tre dei quattro municipali si distanziano dalle affermazioni dell’ex sindaco dimissionario Guido Schenini e tornano sulla decisione di Coira di «destituirlo» - «Ci auguriamo che il suo modo di far politica venga presto dimenticato dalla nuova generazione»

«Non conosce i motivi? Non ci sorprende»

«Non conosce i motivi? Non ci sorprende»

Non c’è davvero pace in seno al Municipio di Roveredo. Con una lettera aperta trasmessa oggi ai media, tre municipali su quattro si dissociano dalle affermazioni fatte settimana scorsa dall’ex sindaco dimissionario Guido Schenini. Silva Brocco, Ivano Boldini e Juri Ponzio si augurano che «il suo modo di far politica venga presto dimenticato dalla nuova generazione, che avrà il compito di vegliare affinché Roveredo rimanga un paese civile, con tanta voglia di definire il proprio futuro».

I tre municipali ribadiscono quanto fatto in questa legislatura e che, contrariamente a quanto osservato da Schenini, non hanno mai cercato di affossare «opere già pronte da realizzare». Non ci sorprende affatto, scrivono ancora Brocco, Boldini e Ponzio, leggere che «l’ex collega non conosca i veri motivi per i quali il Governo lo ha destituito dalla carica di sindaco. Invece di vantare meriti che anche i paracarri sanno non essere suoi, ci permettiamo di consigliargli di scendere dal piedistallo».

«Non conosce i motivi? Non ci sorprende»
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Rustici, si punta sull’affitto

    Valle di Blenio

    Un marchio dedicato, una piattaforma online rinnovata, un kit di benvenuto e un contributo finanziario fino a 2.000 franchi per convincere i proprietari ad aderire al progetto lanciato dall’OTR e all’Ente regionale di sviluppo con l’obiettivo di incrementare l’offerta di posti letto

  • 2
  • 3

    Le sigarette dovranno rimanere spente nei parchi giochi

    IL CASO

    Bellinzona, via libera del Consiglio comunale al divieto con l’obiettivo di tutelare la salute dei bambini e dare un segnale forte nella prevenzione del tabagismo - Si potrà invece continuare a fumare alle fermate dei bus

  • 4

    Che casino: ma alla fine è tutto OK

    ISTITUZIONI

    Bellinzona, il Legislativo approva i consuntivi 2020 dei cinque enti autonomi comunali nonostante i dubbi della destra e del Movimento per il socialismo - L’ex sindaco Brenno Martignoni Polti: «Mettiamo a disposizione gli spazi dei musei agli artisti indipendenti» - Giuseppe Sergi: «Siamo contrari ai contratti di prestazione» - E su Carasc il capogruppo leghista Luca Madonna, dopo essere intervenuto, è invitato a lasciare la sala

  • 5

    Diventare apprendista per la Città di Bellinzona

    Formazione

    Sono una settantina i giovani che stanno imparando una professione nell’Amministrazione comunale della capitale: sabato 2 ottobre un pomeriggio in cui si potranno scoprire le varie possibilità e informarsi

  • 1
  • 1