Nonostante tutto, gli impianti di Pesciüm sorridono

TURISMO

Airolo: Michele Beffa è il nuovo presidente della società al posto di Giovanni Leonardi – Da parte del Comune un contributo a fondo perso di 200.000 franchi per far fronte alle difficoltà legate alla pandemia – E si guarda con fiducia alla decisione del Gran Consiglio

Nonostante tutto, gli impianti di Pesciüm sorridono
Paesaggio bucolico.

Nonostante tutto, gli impianti di Pesciüm sorridono

Paesaggio bucolico.

Un nuovo presidente e presto anche un nuovo direttore, conti in rosso, ma anche un contributo importante. Questo, in sintesi, quanto emerso dall’assemblea della Valbianca SA (che gestisce gli impianti di Airolo-Pesciüm) svoltasi negli scorsi giorni. Michele Beffa succede a Giovanni Leonardi alla testa della società. Al posto degli altri uscenti (Enzo Filippini, Giorgio Giudici e Arturo Mottini) sono entrati nel Consiglio di amministrazione l’ex municipale di Lugano Michele Bertini, Patrizia Gobbi Coradazzi (vicesindaca di Quinto) e Silvio Schmid. Riconfermato il sindaco di Prato Leventina Davide Gendotti che assume la vicepresidenza. Adesso bisogna trovare il sostituto di Mauro Pini, che come noto dopo tre anni lascerà a fine agosto la direzione della SA per diventare il nuovo allenatore della sciatrice slovacca Petra Vlhova, vincitrice dell’ultima generale di Coppa del mondo. La nomina del suo successore avverrà a breve.

Stagione in chiaroscuro

Vediamo, ora, la radiografia della scorsa stagione. Ottimi risultati in estate nonostante la crisi sanitaria: il numero di primi passaggi (10.340) è aumentato del 27,7% rispetto alla stagione 2019; un record motivato anche dal miglioramento dell’offerta per la mountain bike e dall’introduzione della stagionale combinata 4 in 1 (Airolo, Carì, Ritom e Tremorgio). La stagione invernale, al contrario, è stata fortemente penalizzata dalla pandemia che ha obbligato Valbianca SA ad operare con severe limitazioni: contingente di mille persone, limitazione al 60% della capacità di trasporto e chiusura dei punti di ristoro con solo parziale apertura dei take-away. Il numero di primi passaggi è stato di 40.979, meno 36,2% rispetto alla stagione precedente. Anche la vendita della Leventina Ski Card ha fatto registrare un calo del 14,1%. Nel complesso, durante la stagione 2020-2021 ed in un periodo di emergenza, si sono registrati 51.319 passaggi (72.277 nell’anno precedente). Alla fine i conti si sono chiusi con un disavanzo di quasi 152 mila franchi.

Siglato l’accordo con OFIMA

Il nuovo CdA ha inoltre preso atto con molta soddisfazione che il Consiglio comunale di Airolo, nella seduta di lunedì, viste le difficoltà delle ultime due stagioni dovute alla pandemia, ha stanziato un contributo a fondo perso di 200.000 franchi. A livello più generale, condividendo le linee direttive formulate dal Consiglio di Stato nel messaggio per i contributi 2022-2023 al vaglio del Gran Consiglio, Valbianca «vuole assumere un ruolo di ‘apripista’ e desidera sottolineare che è stata definitivamente siglata a partire dal 1° luglio 2021 la collaborazione tecnica con OFIMA per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti; ciò permette di mantenere ed ampliare competenze e posti di lavoro nelle aree più discoste del Canton Ticino. Si tratta di un ennesimo passo che dovrebbe sfociare in ulteriori forme di collaborazione con i gestori degli impianti di risalita ticinesi nonché integrarsi nel Masterplan Leventina, dove Valbianca potrebbe contribuire con un ruolo importante per il settore del turismo dell’Alta Leventina, nell’attesa della decisone dei giudici a causa di un ricorso sulla gestione dell’ex Alpina che USTRA ha deliberato alla nostra società nell’ambito dei lavori per la seconda canna del San Gottardo».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Tücc» a Prada, fra Medioevo e rinascita

    APPUNTAMENTO

    Bellinzona: torna domenica 8 agosto la festa di San Rocco nel villaggio situato a mezza montagna sopra Ravecchia - Per l’occasione sarà possibile approfondire il progetto dell’omonima fondazione per il restauro degli stabili

  • 2

    In sella o a corsa, comunque una faticaccia

    SOTTO LA LENTE

    La tradizionale scalata ciclistica della Valle Morobbia torna il 22 agosto - Il giorno prima, dopo quasi trent’anni, verrà riproposta anche la gara podistica per un weekend di competizione e festa

  • 3
  • 4
  • 5

    «Non conosce i motivi? Non ci sorprende»

    ISTITUZIONI

    Roveredo: tre dei quattro municipali si distanziano dalle affermazioni dell’ex sindaco dimissionario Guido Schenini e tornano sulla decisione di Coira di «destituirlo» - «Ci auguriamo che il suo modo di far politica venga presto dimenticato dalla nuova generazione»

  • 1
  • 1