Nuove scuole di Biasca, i tempi sono maturi

Edilizia pubblica

Pubblicato il concorso per la progettazione di asilo, elementari, palestra doppia e bibliomedia

Nuove scuole di Biasca, i tempi sono maturi
Le attuali Scuole elementari della Bosciorina. © CdT/Archivio

Nuove scuole di Biasca, i tempi sono maturi

Le attuali Scuole elementari della Bosciorina. © CdT/Archivio

Per le nuove scuole comunali da Biasca, attese da anni ed oggetto di diversi studi nonché di numerose interpellanze e mozioni, i tempi sono finalmente maturi. Il Municipio ha infatti pubblicato il concorso di progettazione per la realizzazione degli stabili scolastici nel comparto Bosciorina. Ai partecipanti (gruppi interdisciplinari composti da architetti ed ingegneri) è richiesta la progettazione di una sede di Scuola dell’infanzia, di una sede di Scuola elementare, degli spazi per il Servizio educazione precoce speciale, di una palestra doppia e di una bibliomedia. Il Municipio chiede anche una proposta a livello di impostazione urbanistica di una casa per anziani con 72 posti letto. I progetti, da consegnare entro il 15 febbraio, saranno valutati da una giuria presieduta dall’architetto Ivano Gianola e della quale fanno parte i suoi colleghi Gustavo Groisman, Cristiana Guerra, Jachen Könz oltre che ai municipali Roberto Cefis, capodicastero Scuole e cultura (vicepresidente), e Joël Rossetti, capodicastero Opere sociali, sport e tempo libero e Turismo. Secondo la tabella di marcia riportata nel messaggio con la richiesta del credito per l’organizzazione del concorso di progettazione che il Consiglio comunale ha approvato lo scorso febbraio, i nuovi edifici scolastici dovrebbero poter essere ultimati nel 2026. Questo sarà il primo tassello dello sviluppo del comparto che si completerà con una seconda fase comprendente la Casa per anziani e gli altri contenuti pubblici previsti nel mandato di studio in parallelo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1