«Oratorio di Giubiasco, come se ne esce?»

Sorpassi di spesa

Il gruppo PPD in Consiglio comunale chiede sulla ripresa dei lavori

«Oratorio di Giubiasco, come se ne esce?»
Il cantiere dell’Oratorio di Giubiasco è bloccato dal 15 aprile scorso. © CdT/Gabriele Putzu

«Oratorio di Giubiasco, come se ne esce?»

Il cantiere dell’Oratorio di Giubiasco è bloccato dal 15 aprile scorso. © CdT/Gabriele Putzu

A Bellinzona continuano a far discutere i sorpassi di spesa per la realizzazione di opere comunali. Il gruppo PPD in Consiglio comunale punta ora i riflettori sull’Oratorio di Giubiasco, il cui cantiere è stato sospeso in attesa che i due audit, il primo, interno, affidato al Settore controllo qualità e revisione e il secondo, esterno, assegnato ad una società zurighese, facciano chiarezza sullo sforamento di 2,2 milioni del credito preventivato. E proprio lo slittamento ad agosto della consegna dei due audit ha spinto gli azzurri a chiedere, attraverso una interrogazione depositata mercoledì, quali siano gli altri problemi o esigenze tecniche oltre a quelli già noti dal 2018 che possono giustificare il superamento dei costi oltre la soglia del 10%. «Il Municipio sta già elaborando una proposta/strategia per portare a termine i lavori (ad esempio, rimodulando al ribasso dei costi il progetto originale)? Considerato il ruolo delle associazioni di quartiere attribuito dal Regolamento comunale (a Giubiasco ve ne è una molto attiva), è intenzione del Municipio coinvolgerla per un parere sulla proposta/strategia eventuale appena citata? Alla comproprietaria dell’opera, ovvero la Parrocchia di Giubiasco, è assicurata la necessaria informazione sugli sviluppi del cantiere?» sono altre domande che il gruppo PPD rivolge al Municipio cittadino chiedendo infine se la Fondazione Vita Serena si sia già insediata nell’Oratorio e se paghi l’affitto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Intervalves di Biasca, novità all’orizzonte?

    INDUSTRIA

    La storica ditta aveva annunciato la chiusura a metà febbraio, ma adesso non sono da escludere «scenari inattesi: nell’aria c’è qualcosa di positivo» - Dopo la decisione di cessare l’attività, intanto, sono aumentate in modo importante le ordinazioni da parte dei clienti

  • 2

    Prendono vita le opere di Vincenzo Vela

    Arte

    Riproduzione in 3D delle sculture a Locarno e Giornico grazie all’iniziativa di Philippe Antonello e Stefano Montesi e in onore del bicentenario della nascita

  • 3

    Corbaro è tornato a volare sulla Turrita

    BELLINZONA

    Dopo oltre due mesi è stato liberato lo strigide curato da uno studio veterinario e dalla Società protezione animali cittadina nel rifugio di Gorduno-Gnosca - Che rende attenti: «I rapaci notturni faticano a sopravvivere a causa della continua erosione del loro habitat»

  • 4

    Nessuno sconto di pena per la violenza carnale

    Bellinzonese

    Condanna confermata anche dalla Corte di appello per il balcanico che a giugno del 2019 forzò una giovane ad avere un rapporto sessuale completo: 4 anni di carcere ed espulsione dalla Svizzera

  • 5
  • 1
  • 1