Oro blu da tutelare

Bellinzona

Allestiti i piani e le misure per la protezione dei pozzi di captazione di Gorduno-Gnosca - Il Municipio: «L’acqua potabile è di qualità eccellente, ma bisogna scongiurare ogni rischio»

 Oro blu da tutelare

Oro blu da tutelare

 Oro blu da tutelare
La stazione di pompaggio del nuovo acquedotto che serve i quartieri di Bellinzona, Gorduno, Gnosca, Monte Carasso e Sementina. (Foto Zocchetti)

Oro blu da tutelare

La stazione di pompaggio del nuovo acquedotto che serve i quartieri di Bellinzona, Gorduno, Gnosca, Monte Carasso e Sementina. (Foto Zocchetti)

BELLINZONA - I nuovi pozzi di captazione dell’acqua potabile nella campagna di Gorduno-Gnosca lavorano a pieno regime già da qualche mese. Ma affinché l’erogazione del cosiddetto «oro blu» nei quartieri di Bellinzona, Gnosca, Gorduno, Monte Carasso e Sementina possa sempre avvenire senza sorprese di sorta è necessario che siano al riparo da potenziali agenti inquinanti. Le norme...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1