Polo sociosanitario di Acquarossa tra ambizioni e realtà

Progetto

DSS, EOC e Fondazione La Quercia preparano il piano finanziario per verificare la sostenibilità della struttura

 Polo sociosanitario di Acquarossa tra ambizioni e realtà
L’attuale ospedale farà presto spazio al nuovo Polo sociosanitario. ©CdT/Archivio

Polo sociosanitario di Acquarossa tra ambizioni e realtà

L’attuale ospedale farà presto spazio al nuovo Polo sociosanitario. ©CdT/Archivio

Mai come in questo periodo di emergenza ci stiamo rendendo conto dell’importanza che assumono le strutture sanitarie. Importanza che rimarrà tale anche una volta passata la pandemia di coronavirus. E ad Acquarossa sta compiendo un altro passo avanti il progetto per la nascita del polo sociosanitario. In questi giorni sono infatti in pubblicazione gli atti della variante di Piano regolatore riguardanti la struttura che dovrebbe venir inaugurata nel 2025. Dato che gli sportelli dell’amministrazione comunali sono chiusi a seguito delle misure federali e cantonali per combattere la diffusione del coronavirus, eventuali delucidazioni in merito alla documentazione (relazione di pianificazione e norme di attuazione, piani del paesaggio, delle zone e delle costruzioni e attrezzature pubbliche nonché,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

    Dove sono finite le passerelle di Riviera?

    Territorio

    Mentre tutti sogniamo il ritorno alla normalità fatta anche di sport e svago all’aria aperta, gettiamo uno sguardo sulla mobilità del Comune che compie tre anni - I due collegamenti ciclo-pedonali previsti sul fiume Ticino non si sono persi in un cassetto, ma spunta una terza opzione

  • 5

    «slowUp» non si scoraggia e sogna l’autunno

    Il rinvio

    Prevista il 19 aprile, anche la consueta manifestazione sportiva sul Piano di Magadino deve ovviamente alzare bandiera bianca di fronte al coronavirus - Ma si spera di recuperare ancora nel 2020, cambiando stagione

  • 1
  • 1