Presto attiva la Città dei mestieri

offerta formativa

L’inaugurazione ufficiale è prevista per il prossimo 25 gennaio - Il programma di dettaglio sarà svelato all’inizio del nuovo anno

Presto attiva la Città dei mestieri
©CdT/Archivio

Presto attiva la Città dei mestieri

©CdT/Archivio

Nell’incontro odierno la Divisione della formazione professionale (DFP) ha presentato al Comitato guida, presieduto da Nicola Pini e che riunisce rappresentanti dei Dipartimenti cantonali coinvolti e delle principali organizzazioni professionali e sindacali, i lavori già realizzati e quelli in corso in vista dell’inaugurazione ufficiale prevista il prossimo 25 gennaio 2020. Il programma di dettaglio sarà svelato all’inizio del nuovo anno. Il Comitato guida - si legge in una nota del DECS - ha inoltre preso atto con soddisfazione del nuovo riconoscimento ottenuto dalla CDMSI da parte del comitato «Réseau international des Cités des métiers» lo scorso 14 novembre a Parigi. È infatti stato superato con successo l’ultimo passo necessario per l’entrata formale nella rete internazionale e l’autorizzazione all’utilizzo del label ufficiale.
La Città dei mestieri della Svizzera italiana sarà aperta ogni pomeriggio dal lunedì al venerdì e il sabato mattina, proprio per facilitarne la fruibilità e diventare un servizio pubblico per i cittadini ma anche per le aziende. La gestione quotidiana della struttura vedrà operare, a rotazione, un centinaio di collaboratori già attivi nei rispettivi settori che interagiscono nel progetto, appositamente formati. Essi assicureranno la consulenza nelle quattro aree della CDMSI: Orientarsi, in collaborazione con l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale, Vivere l’apprendistato, in collaborazione con le Sezioni di formazione della DFP, Trovare lavoro, in collaborazione con la Sezione del lavoro e Perfezionarsi e riqualificarsi, in collaborazione con l’Ufficio della formazione continua e dell’innovazione della DFP.
La consulenza individuale sarà completata con una ricca agenda d’incontri, appuntamenti informativi, corsi di formazione, conferenze o atelier gestiti e promossi dai servizi cantonali o dalle organizzazioni del mondo del lavoro. Il Consigliere di Stato Manuele Bertoli ha sottolineato come «con l’apertura della Città dei mestieri della Svizzera italiana, la DFP e le organizzazioni del mondo del lavoro avranno nuove opportunità e canali per far conoscere e promuovere la formazione professionale tra i giovani, adulti e aziende, una delle misure previste nel Messaggio governativo Progetto «Più duale», presentato in conferenza stampa lo scorso 11 novembre».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    È pugno duro contro i «furbetti della benna»

    IL CASO

    Sant’Antonino ha deciso di combattere il pendolarismo di coloro che vanno a gettare gli ingombranti pur non abitando in paese - Dal 2020 verrà introdotta la tessera di identificazione per accedere all’Ecocentro come previsto dal nuovo regolamento

  • 2

    Traffico di droga, l’omicida del Ceneri non ci sta

    GIUDIZIARIA

    Il 34.enne del Bellinzonese ha inoltrato dichiarazione d’appello contro la condanna a 5 anni e 4 mesi di detenzione per aver smerciato stupefacenti - Si va dunque verso il dibattimento di seconda istanza di fronte alla Corte di Locarno

  • 3

    Greina è libera e torna a volare

    Animali

    La coturnice era stata trovata a terra in valle di Blenio, intontita, sotto peso e scoordinata nei movimenti - I volontari della SPAB si sono presi cura di lei

  • 4

    Si sogna in grande anche senza Messi

    STADIO

    Il fenomeno argentino e il Barcellona non giocheranno mai a Castione, tuttavia a breve si procederà alla ristrutturazione con ampliamento del centro sportivo - È il palcoscenico dell’Unione Sportiva Arbedo che milita in Seconda Lega regionale ma ha ambizioni ben maggiori

  • 5
  • 1
  • 1