Pulizie di fine anno nei conti delle opere ormai conluse

Biasca

Il Municipio del Borgo raggruppa in unico messaggio le poste ancora aperte nonostante i lavori si siano stati eseguiti da tempo - In alcuni casi i crediti erano stati votati dal Consiglio comunale alla fine degli anni Ottanta

 Pulizie di fine anno nei conti delle opere ormai conluse
Il ripristino dei danni alluvionali subiti nel 2006 dalla cascata di Santa Petronilla è costato più del doppio di quanto preventivato. © CdT/Archivio

Pulizie di fine anno nei conti delle opere ormai conluse

Il ripristino dei danni alluvionali subiti nel 2006 dalla cascata di Santa Petronilla è costato più del doppio di quanto preventivato. © CdT/Archivio

Il Municipio di Biasca ha deciso togliere la polvere accumulata sugli incarti relativi alle opere i cui lavori si sono già conclusi e sono stati anche collaudati da tempo. Seguendo l’invito rivoltogli dalla Commissione della gestione nell’ambito dell’esame del Consuntivo 2019, ha pubblicato un messaggio finalizzato ad ottenere la chiusura formale dei conti di tutte quelle opere votate a suo tempo dal Consiglio comunale e che, come detto, sono ormai state portate a termine. E tra le 68 elencate nel messaggio vene sono alcune anche parecchio datate, come ad esempio la costruzione di via Traversa la cui richiesta di credito (1 milione di franchi) o la creazione di un obitorio al cimitero che vennero approvate dal Legislativo comunale nel 1989 o, ancora, il progetto per l’incanalamento dei riali...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1