Quell’asilo nido che fa discutere

IL CASO

Castione, l’Associazione per il miglioramento ambientale del quartiere (AMICA) non ha inoltrato opposizione contro la domanda di costruzione ma chiede lumi al Municipio su contenuti, costi e gestione - Interrogativi anche sulla pianificazione del futuro comparto scolastico

Quell’asilo nido che fa discutere

Quell’asilo nido che fa discutere

Quell’asilo nido che fa discutere

Quell’asilo nido che fa discutere

Nessuna opposizione contro la domanda di costruzione, ma alcuni interrogativi puntuali sfociati in una lettera al Municipio di Arbedo-Castione. L’Associazione per il miglioramento ambientale del quartiere (AMICA) prende posizione a proposito della realizzazione di un asilo nido nell’ex Casa Delcò, vicino alle scuole Medie, recentemente rilevata dal Comune. In primo luogo il presidente Alberto Robustelli ed il segretario Arnaldo Gianini domandano all’Esecutivo se esiste uno studio che «confermi la necessità» di insediare la struttura, dato che a poche centinaia di metri ne esiste già una: «Se sì, su quali dati si basa il calcolo e per che durata?».

Quell’asilo nido che fa discutere

Secondariamente l’attenzione dell’AMICA si sposta su altre cifre, quelle riguardanti i costi. Sulla base dell’incarto «si evince che il Comune si sobbarca un onere di circa 1,35 milioni» per rinnovare l’edificio. Robustelli e Gianini chiedono come mai il credito approvato dal Legislativo era stato di 2,2 milioni: «Per quale motivo le due cifre non concordano? A cosa è dovuta la differenza?». Il prossimo interrogativo è relativo alla gestione del futuro asilo nido. In questo caso, secondo l’associazione, le alternative non possono che essere due: responsabilità diretta del Comune o affittare la struttura a terzi, i quali si sobbarcherebbero lo stipendio del personale e la locazione. L’ultima domanda è invece riferita al destino del comparto scolastico, bloccato da ricorsi: «Ci sembra che il Comune, a piccoli passi, stia modificando» l’assetto dell’area che «doveva invece essere gestito in blocco e in modo definitivo».

Quell’asilo nido che fa discutere
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Parco fluviale accessibile a tutti

    Bellinzona

    Affidata ad un architetto paesaggista la stesura dello studio di fattibilità per un percorso senza ostacoli che possa essere utilizzato anche da persone con difficoltà motorie

  • 2
  • 3

    «Ristrutturare il Liceo di Bellinzona? Un’assurdità»

    Scuole

    Un architetto attivo in città scrive al Municipio sollecitandolo a cercare delle soluzioni alternative insieme al Governo: «Una sede realizzata da zero costerebbe di meno» - La risposta: «Il progetto è condotto dal Cantone»

  • 4
  • 5

    «Per dar voce ai cittadini abbiamo le associazioni di quartiere»

    Bellinzona

    Il Municipio ritiene di non approfondire per il momento lo strumento del «bilancio partecipativo» suggerito da una mozione: si punta a consolidare le entità già costituite negli ex Comuni dopo l’aggregazione - Ne mancano ancora quattro: a breve verrà comunicata la possibilità di candidarsi per gli over 18 residenti

  • 1
  • 1