Quella gru non sarà come la Torre di Pisa

Castione

L’impianto per lo stoccaggio di energia sorgerà su un terreno ghiaioso - A livello statico si prevedono cedimenti massimi dell’ordine di 1 centimetro che non preoccupano i promotori - Mistero attorno all’altezza: 60, 100 metri o una via di mezzo?

Quella gru non sarà come la Torre di Pisa
Un esempio di utilizzo della torre ideata dalla start-up luganese Energy Vault. © Business Wire

Quella gru non sarà come la Torre di Pisa

Un esempio di utilizzo della torre ideata dalla start-up luganese Energy Vault. © Business Wire

Quella gru non sarà come la Torre di Pisa
© Business Wire

Quella gru non sarà come la Torre di Pisa

© Business Wire

Sorgerà su uno «spesso strato di materiale alluvionale», contraddistinto da sedimenti ghiaiosi «abbastanza compatti». Considerando la «buona» qualità del terreno, a livello statico si prevedono cedimenti massimi dell’ordine di 1 centimetro. La super gru che tra il febbraio e il luglio 2020 verrà testata per la prima volta al mondo a Castione non farà insomma la fine della Torre di Pisa, tanto per capirci. A livello di sicurezza non c’è nulla da temere, affermano gli stessi promotori (la start-up luganese Energy Vault con alla testa il CEO Robert Piconi e l’ingegnere Andrea Pedretti) nella corposa documentazione allegata alla domanda di costruzione che il CdT è andato ieri a spulciare. Relazioni tecniche dettagliate di non facile comprensione per chi non è del mestiere, che cercheremo tuttavia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    «Decisione non ancora formalizzata»

    IL CASO

    Bellinzona, il Municipio prende posizione sulla rinuncia alle settimane bianche presa dal Collegio dei direttori dell’Istituto scolastico comunale - «Nell’ambito dell’allestimento del Preventivo 2022 stiamo valutando decine di misure sia sul fronte delle spese sia su quello dei ricavi»

  • 3

    Rabadan, manca «solo» l’autorizzazione comunale

    CARNEVALI

    Bellinzona: la società organizzatrice ha allestito il piano di protezione e sta lavorando all’edizione 2022, tuttavia il Municipio si è preso del tempo per riflettere più approfonditamente con il Cantone altre importanti questioni - La decisione è attesa entro fine mese - Idem per il Naregna di Biasca: ieri sera nuovo incontro fra le parti

  • 4

    Acquisto della sede IRB: «Un cattivo affare»

    Bellinzona

    La relazione di minoranza della Commissione della gestione boccia la proposta municipale di rilevare lo stabile Fabrizia contestando la bontà dell’investimento e la sua urgenza - Interrogativi sollevati pure sul dossier biomedico in generale, dall’ingente e continua richiesta di sostegno pubblico ai profitti privati passando per la frammentazione sul territorio cittadino del polo scientifico

  • 5

    Addio alle settimane bianche: è una valanga di no

    IL CASO

    Bellinzona, i gruppi in Consiglio comunale chiedono al Collegio dei direttori dell’Istituto scolastico comunale ed al Municipio un passo indietro - Da sinistra a destra sono tutti contrariati: solo il PLR si è preso del tempo per discutere con calma la questione al proprio interno - A fine 2020 il Legislativo aveva già approvato una risoluzione per «salvare» le scuole montane

  • 1
  • 1