Riviera guarda al nuovo anno tra incertezza e solidarietà

Finanze

Il Preventivo 2021 stima una perdita di mezzo milione con uscite e debito pubblico in crescita – In attesa di conoscere gli effetti reali della pandemia, ecco aiuti diretti per 170.000 franchi a favore di famiglie con bambini, imprese e società in difficoltà

Riviera guarda al nuovo anno tra incertezza e solidarietà
Osogna, sede del Municipio di Riviera. ©CdT/Gabriele Putzu

Riviera guarda al nuovo anno tra incertezza e solidarietà

Osogna, sede del Municipio di Riviera. ©CdT/Gabriele Putzu

Anche Riviera ha fatto i conti con la pandemia e le sue conseguenze finanziarie, in parte ancora da determinare, nell’allestimento del Preventivo 2021. Firmato negli scorsi giorni dal Municipio, stima una perdita di 494.000 franchi, contro il leggero avanzo (19.000 franchi) preconizzato per il 2020 un anno fa, quando il coronavirus era ancora un perfetto sconosciuto. Il risultato è determinato da uscite correnti totali per 16,6 milioni, entrate per 9,5 milioni ed un gettito d’imposta valutato in 6,6 milioni: si propone al Legislativo di confermare il moltiplicatore al 95%. Rispetto al precedente conto programmatico, sono in aumento sia le entrate che le uscite, ma quest’ultime in maniera più marcata. Prosegue pure la crescita del fabbisogno d’imposta (ora a 6,5 milioni). Sempre in chiave prospettica,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Simone Berti
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Restauro del bagno pubblico di Bellinzona, il punto sui costi

    Opere comunali

    Rispondendo a un’interpellanza il Municipio ha fornito le cifre su quanto speso per le varie tappe del risanamento tra il 2012 ed il 2020 i cui conti sono definitivi (preventivo superato del 3,8%, nella norma) e su quelle i cui consuntivi non sono ancora chiusi (si stima un -1,4%): emerge un quadro finanziario sotto controllo

  • 2
  • 3

    L’ambulanza ha un sogno: la nuova sede vicino al semisvincolo

    PRONTO INTERVENTO

    Il presidente della Croce Verde di Bellinzona Vincenzo Lacalamita si dice favorevole alla realizzazione della futura centrale nel comparto di via Tatti che dal 2025 accoglierà l’importante opera: «È la soluzione ideale, da soli o con gli altri enti»

  • 4

    In arrivo anche a Bellinzona gli educatori di strada

    Socialità

    Dopo un decennio di discussioni il Legislativo a larga maggioranza ha approvato la mozione Lo Russo (PLR) per l’introduzione della figura professionale nell’organico comunale - Dovrà prevenire e «stanare» il disagio giovanile e sociale in generale - Il Municipio prevede l’entrata in funzione nel 2022 di due operatori al 50%

  • 5
  • 1
  • 1