Sarà referendum sui sorpassi di spesa?

il caso

Bellinzona, la Lega dei ticinesi non esclude la raccolta firme qualora il Legislativo approvasse i crediti suppletori per la nota vicenda - L'anticipazione oggi sul "Mattino della domenica"

Sarà referendum sui sorpassi di spesa?
© CdT/Chiara Zocchetti

Sarà referendum sui sorpassi di spesa?

© CdT/Chiara Zocchetti

«Sarà quindi il popolo sovrano a decidere sull’agire del Municipio nello sperpero di denaro pubblico». Sul «Mattino della domenica» di oggi c’è poco spazio ai dubbi: la sezione di Bellinzona della Lega dei ticinesi è pronta a lanciare il referendum qualora il Consiglio comunale dovesse approvare i crediti suppletori per la vicenda dei sorpassi di spesa da 5 milioni di franchi in tre opere comunali. Ossia il Policentro della Morobbia di Pianezzo, la rivalorizzazione dell’ex oratorio di Giubiasco ed il restyling dello stadio Comunale in città con annessa pista di atletica. Il sì del Legislativo pare effettivamente scontato. Scontato, per i leghisti, sarebbe anche il sì alle urne della popolazione: «Se, come siamo moderatamente convinti, il popolo sconfesserà i sette manager, l’incarto passerà al Consiglio di Stato. Quest’ultimo dovrà, d’ufficio, esaminare se il Municipio e il Consiglio comunale hanno o no violato i loro obblighi (...). Ne vedremo delle belle, durante la campagna elettorale...».

Verosimilmente anche l’UDC appoggerà l’eventuale referendum. Da vedere se faranno lo stesso le due forze (Verdi e Movimento per il socialismo) che più di tutte hanno portato avanti una critica opposizione all’Esecutivo in questa prima storica legislatura della Nuova Bellinzona. La Lega si pone infine due domande: «I 5 milioni iniziali, con le spese di inchieste, con gli stipendi pagati e gli onorari a funzionari sospesi e tutto il resto alla fine diventeranno forse 6? Si pagheranno gli onorari anche sui sorpassi alle direzioni dei lavori negligenti?».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    5G tra le case a Biasca, ricorso al Consiglio di Stato

    Territorio

    Dopo 180 firme raccolte invano una società immobiliare e sette cittadini contestano la licenza edilizia rilasciata dal Municipio: «Perché permettere l’impianto proprio in zona residenziale?» - Swisscom ribadisce che il principio di precauzione è rispettato

  • 2

    «Basta costruire: spazio ad un grande giardino pubblico»

    IL CASO

    Da Parigi ecco un’idea provocatoria, ma mica poi tanto: realizzare un polmone verde nel comparto che verrà lasciato libero dalle Officine FFS di Bellinzona - A proporla è l’architetto mesolcinese Gabriel Bertossa, da oltre due decenni residente nella capitale francese

  • 3

    «Anche le politiche migratorie pesano sullo stallo demografico»

    L’intervista

    Per Bellinzona solo dieci abitanti in più a fine 2020: ma il sindaco Mario Branda non è preoccupato, invita a valutare il fenomeno sul lungo termine e mette sul tavolo altre chiavi di lettura - Effetto AlpTransit in ritardo? «Sapevamo che i cambiamenti non si sarebbero verificati dall’oggi al domani»

  • 4

    Quando il parco veicoli è sempre più elettrico

    AZIENDE

    L’Azienda multiservizi di Bellinzona si è dotata di otto nuovi veicoli che vanno ad aggiungersi ai cinque elettrici già in circolazione - L’obiettivo è ridurre il fabbisogno energetico globale

  • 5
  • 1
  • 1