«Smettere di sostenere l’HCAP sarebbe un autogol»

Sotto la lente

La nuova convenzione tra il Comune di Quinto e la società hockeystica ridefinisce e chiarisce gli impegni reciproci a seguito dell’entrata in funzione dello stadio - Il Municipio: «Qualcuno dubita delle ricadute socio-economiche, che però sono evidenti e irrinunciabili» - Intanto si pensa già ad altre opere nei pressi dell’impianto

«Smettere di sostenere l’HCAP sarebbe un autogol»
Un gioiellino. ©CdT/Gabriele Putzu

«Smettere di sostenere l’HCAP sarebbe un autogol»

Un gioiellino. ©CdT/Gabriele Putzu

Dare per avere. Tramite una nuova convenzione, Quinto riconosce l’importanza del nuovo stadio e dell’HCAP SA per il Comune e per la regione a livello socio-economico, garantendo anche in futuro il proprio sostegno finanziario e logistico dopo aver già dato molto per la realizzazione della Gottardo Arena: «Togliere adesso il sostegno ricorrente sarebbe un autogol». Da parte sua la società biancoblù riconosce il Comune tra i principali sponsor e si impegna a fornire delle controprestazioni, tra imposte alla fonte, marketing e messa a disposizione degli spazi multifunzionali alle attività di carattere pubblico. Chi ci guadagna? Entrambi, sostiene il Municipio guidato dal sindaco Aris Tenconi nel sottoporre il messaggio al Consiglio comunale. Tramite l’accordo scritto (firmato anche dalla Gotthard...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Persino la Posta diventa biancoblù

    GIGANTE GIALLO

    Il nuovo sportello dell’ex regia federale alla Gottardo Arena di Ambrì aprirà lunedì 7 febbraio - Dopodomani, giovedì 27 gennaio, è in programma un evento informativo durante il quale la popolazione potrà porre domande

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

    Sesso ed IVA: paga chi gestisce il bordello

    IL CASO

    Prostituzione, all’ex Motel di Castione sono stati posti i sigilli in quanto la società anonima che se ne occupava non ha versato il recupero d’imposta milionario a favore dell’Amministrazione federale delle contribuzioni - Una sentenza ha stabilito che è la SA ad offrire le prestazioni erotiche: le prostitute fanno parte dell’azienda

  • 1
  • 1