Sorpassi di spesa, «qualcuno ci deve mettere una pezza»

BELLINZONA

Il Partito socialista si dice «estremamente preoccupato» per quanto portato alla luce dai due audit sulla vicenda dei sorpassi di spesa: «Il dicastero deve essere profondamente riorganizzato»

Sorpassi di spesa, «qualcuno ci deve mettere una pezza»
© CdT/Zocchetti

Sorpassi di spesa, «qualcuno ci deve mettere una pezza»

© CdT/Zocchetti

Sorpassi di spesa, «qualcuno ci deve mettere una pezza»
La presidentessa del PS cittadino Martina Malacrida. © CdT/Archivio

Sorpassi di spesa, «qualcuno ci deve mettere una pezza»

La presidentessa del PS cittadino Martina Malacrida. © CdT/Archivio

Il quadro emerso è «estremamente preoccupante: mancanza di vigilanza e di gestione, mancanza di comunicazione tra dicastero e Municipio e uno scarso controllo sui cantieri. Una gestione alla “vecchia maniera” pensata per il vecchio piccolo Comune». Il Partito socialista di Bellinzona si dice «seriamente preoccupato» di quanto hanno portato alla luce i due audit sulla vicenda dei sorpassi di spesa da 5 milioni di franchi in tre opere pubbliche.

Per il PS ognuno deve assumersi la propria responsabilità: «Il Municipio nel suo insieme dapprima. Facendo autocritica e applicando tutti i correttivi emersi dalle verifiche. Ma soprattutto trasmettendo imperativamente agli Enti locali i testi integrali dei due audit per sottomettersi alla vigilianza del settore. Anche qui una scelta dell’Esecutivo che dimostra serietà e assunzione di responsabilità. Chiediamo ora la conclusione in tempi rapidi dell’inchiesta amministrativa e disciplinare e che, a dipendenza degli esiti, siano adottate tutte le decisioni necessarie. È infatti per noi fondamentale che la gestione di un Comune basata su un Esecutivo di milizia possa contare su un’amministrazione ed un’organizzazione amministrativa efficiente, preparata e affidabile».

La delusione e la rabbia

Al di là degli aspetti amministrativi e finanziari legati alla conduzione del Dicastero opere pubbliche che dovrà essere «profondamente riorganizzato», il PS esprime «profonda delusione e rammarico per l’abbandono della possibilità di realizzare un centro culturale presso l’ex ospedale di Ravecchia. Chiediamo con forza che a farne le spese non sia ancora una volta la cultura e la politica culturale e che, di conseguenza, sia seriamente e rapidamente approfondita, attraverso un gruppo di lavoro competente e seriamente interessato e propositivo, l’ipotesi di centro culturale e intergenerazionale a Giubiasco e, soprattutto, che sia realizzato entro la fine della corrente legislatura».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Ecco, vi spiego perché il verde renderà unica la Città»

    IL FUTURO

    Nostra intervista al noto architetto milanese Franco Giorgetta, il quale per il quartiere che nascerà al posto delle Officine FFS di Bellinzona ha immaginato un ampio parco - «L’orticoltura urbana sui tetti servirà per l’approvvigionamento alimentare degli abitanti e non soltanto per lo svago ed il relax»

  • 2

    Coinvolgere i giovani per ripensare il carnevale

    Bellinzona

    Considerata anche la situazione sanitaria, Rabadan e progetto per la gioventù «The Social Truck» hanno avviato una collaborazione sperimentale per creare una rinnovata cultura dell’evento tramite varie iniziative con i ragazzi

  • 3
  • 4
  • 5

    Castelli di carta, ecco i vincitori

    Cultura

    La giuria ha premiato negli scorsi giorni nove adulti e quattro ragazzi che si sono distinti con i loro racconti al concorso letterario promosso dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona

  • 1
  • 1