Sparita la croce sul San Salvatore

Per i manifesti della Funicolare è stato cancellato il simbolo religioso posto sul tetto della chiesetta - Il direttore: "È stato un errore. E quella foto l'abbiamo usata solo una volta"

Sparita la croce sul San Salvatore
Ritocco religioso.

Sparita la croce sul San Salvatore

Ritocco religioso.

PARADISO - Diavolo di un Photoshop, dirà qualcuno. L'uso di un programma informatico che modifica le immagini è evidente: in una delle foto promozionali della Funicolare San Salvatore è scomparsa la croce presente sul tetto della chiesa in vetta, che appartiene alla Confraternita della buona morte. Lo scatto campeggia in questi giorni su diversi manifesti appesi in città, ma in realtà circola almeno da un anno.

È stato un nostro lettore a segnalarci che il simbolo religioso era stato virtualmente rimosso e che lo zaino della ragazza inquadrata – ma qui nessun problema, anzi – è passato da un giallo qualunque al rossocrociato della bandiera elvetica. Torniamo però al particolare della croce: è stato tolto per non offendere la sensibilità dei turisti non cristiani? Se sì, è giusto oppure è un segno di sottomissione culturale, per usare un concetto ricorrente di questi tempi? Il direttore Felice Pellegrini premette di essere assolutamente contro la rimozione dei simboli religiosi. "In casa nostra comandiamo noi. Se un monumento ha la croce, va mantenuta. E noi della Funicolare teniamo molto alla chiesa".

Come spiegare allora il taglio? "È stato un errore. Mi scuso e mi prendo la responsabilità. Anche se non sono il diretto esecutore, ho dato il via libera alla stampa senza accorgermi di quel particolare. Sarei stato sciocco e sprovveduto ad avallare consapevolmente una cosa del genere: faccio questo lavoro da più di vent'anni". Resta il fatto che qualcuno, a monte, è intervenuto sulla foto originale (scattata da un fotografo professionista su incarico dell'azienda) con il preciso obiettivo di levare la croce. "Non so come sia potuto succedere – spiega Pellegrini – farò le verifiche necessarie con chi di dovere. Ma ripeto: è stato un errore. Se come azienda avessimo voluto fare un intervento del genere, avremmo cancellato la croce su tutte le nostre fotografie promozionali".

Infatti sui prospetti figura la stessa foto con la croce (in quello sul sito ufficiale compaiono la croce e lo zaino modificato: una versione ibrida). Anche sull'opuscolo per i 120 anni della funicolare e su altri supporti pubblicitari la croce è rimasta. "Sarei stato più preoccupato se fosse successo con il materiale cartaceo. Questo è un problema effimero: i manifesti verranno tolti, la campagna è finita e quella foto non la useremo mai più".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    ELEZIONI

    Da Cadenazzo ad Airolo ora parlano le urne

    Bellinzonese e valli: fra una settimana si conoscerà la composizione degli Esecutivi dei 14 Comuni della nostra regione - Ci saranno almeno 5 sindaci nuovi (Lumino, Pollegio, Giornico, Faido ed Airolo) e 24 municipali al debutto su 80 - Le new entry potrebbero rappresentare il 30-35%

  • 2
  • 3
    MANIFESTAZIONE

    «Temperature in sella» supera... in volata la pandemia

    L’evento climatico-sportivo a scopo benefico da Grono a La Brévine torna dal 20 al 24 luglio: cinque tappe per complessivi 400 chilometri - Parte del ricavato sarà devoluta all’associazione Parkinson Svizzera

  • 4
    FERROVIE

    Le Officine e quell’annuncio che ha stupito

    I tre granconsiglieri del Movimento per il socialismo chiedono lumi al Governo sul previsto aumento da 200-230 ad almeno 300 dei collaboratori che saranno attivi nel moderno stabilimento industriale di Castione

  • 5
  • 1