Bellinzona

«Stop alla follia da motosega»

Lanciata una petizione online contro l’abbattimento dei tigli di viale Stazione

 «Stop alla follia da motosega»
Gli alberi che da quasi cent’anni ornano il viale della Stazione a Bellinzona (foto CdT)

«Stop alla follia da motosega»

Gli alberi che da quasi cent’anni ornano il viale della Stazione a Bellinzona (foto CdT)

BELLINZONA - Dalle parole ai fatti. Nel denunciare l’intenzione del municipio di sacrificare i cento tigli che ornano la parte alta di Viale Stazione a Bellinzona, ieri Ronnie David faceva appello via Facebook ai cittadini affinché lo aiutassero a fermare questa «follia da motosega». Ebbene, oggi il consigliere comunale dei Verdi ha lanciato una petizione online (http://chng.it/DbrkKbJk) alla quale hanno già aderito diverse centinaia di persone. Una petizione con la quale si vuol rendere attento il Municipio di Bellinzona del fatto che «non sta portando avanti né la volontà dei cittadini né le necessità per mantenere un sano e prospero verde urbano». A giudizio di Ronnie David i motivi sui quali poggerebbe la decisione di abbattere gli alberi centenari sarebbero «a dir poco discutibili». Citando le dichiarazioni rese alla stampa dal capodicastero opere pubbliche e ambiente e dal sindaco - necessità di uniformità con le alberature della parte bassa nell’ottica del rifacimento della parte media e alta del viale e occasione di ridare luce ai commerci della zona interessata - l’esponente del partito ecologista evidenzia come, a suo dire, il Municipio cittadino non dimostra alcuna volontà di trovare una soluzione per proteggere gli alberi durante i lavori e salvarne così la loro integrità strutturale. «Noi proprio non ci stiamo e combatteremo fino all’ultima foglia» recita il testo che accompagna la raccolta di sottoscrizioni online.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1