Su Instagram spopolano i «classici» bellinzonesi

Social

I castelli e il ponte tibetano protagonisti assieme alla «Nuvola» di piazza del Sole - Nelle Tre valli fanno furore i laghetti alpini e la diga del Luzzone famosa pure a Bali

 Su Instagram spopolano i «classici» bellinzonesi
(foto Instagram)

Su Instagram spopolano i «classici» bellinzonesi

(foto Instagram)

BELLINZONA - I castelli, il ponte tibetano e una «Nuvola Piovasca» qua e là: sono questi i protagonisti della presenza cittadina su Instagram. Le mura delle tre fortezze di Bellinzona sono iconiche e richiamano l’attenzione dei turisti e degli abitanti della regione. Le persone si focalizzano soprattutto sul Castelgrande e sul castello di Montebello, che non a caso come abbiamo riferito lunedì scorso sono i fortilizi più visitati da chi fa tappa nella capitale ticinese. Sul social per antonomasia sono presenti scatti sia dei monumenti stessi sia dei panorami da loro regalati. Sono insomma i manieri che appaiono più di qualsiasi altra cosa quando si inserisce l’hashtag #Bellinzona. Molte immagini postate sono di turisti, ciò che comporta una grande pubblicità al territorio. Di fatto hanno capito l’importanza e la forza di penetrazione di Instagram anche gli enti turistici, come l’OTR Bellinzonese e Alto Ticino, e la Città di Bellinzona, perché la presenza della Turrita e le sue attrazioni possono sicuramente essere un aiuto per il turismo. Inoltre, ci sono molti residenti che postano regolarmente foto del patrimonio Unesco, mostrando il loro orgoglio per le ricchezze locali. Al secondo posto c’è il ponte tibetano, che piano piano sta ormai diventando un emblema del Bellinzonese e una meta imperdibile per chi vuole scoprire il territorio della sponda destra. Una destinazione gettonatissima dalla primavera all’autunno per la vista spettacolare una volta che ci si trova al centro del manufatto. Anche questa, come detto, è un’attrazione, e compare inoltre spesso sui social grazie ai giovani abitanti del posto alle prese con dei «selfie» o con degli scatti del paesaggio circostante.

L’opera effimera che attira

Infine non bisogna dimenticare l’installazione artistica a forma di nuvola presente in piazza del Sole dall’inizio di giugno, la quale è richiamata sui social dall’hashtag #lamianuvola. L’opera del designer bellinzonese Nicola Colombo è gradita moltissimo nelle giornate di caldo perché permette di rinfrescarsi nell’agorà cittadina che solitamente è ardente. Ad apprezzarla in particolar modo sono i bambini che passano le giornate... sotto l’effimera pioggia facendo disegni. Ma il progetto dell’Azienda multiservizi Bellinzona (AMB) è da ammirare anche di notte quando diventa particolarmente «instagrammabile»: la «Nuvola» con sullo sfondo il Castelgrande illuminato è qualcosa da non perdere ed è infatti un’instantanea molto presente sui social. La singolare realizzazione ha catturato l’attenzione anche de ilticinesemedio, pagina dedicata alla satira ticinese, a testimonianza di quanto sia ormai diventata un punto di riferimento per chi si trova a passeggiare in centro città. Meno presenti su Instagram sono le destinazioni acquatiche di Bellinzona e dei quartieri circostanti, come le piscine e il fiume Ticino, ma forse perché le persone sono prese a fare un tuffo e/o un bagno nell’acqua fresca mentre il telefonino aspetta tranquillamente sulla sdraio.

L’alta quota piace sempre

Ma non è solo Bellinzona ad avere successo sui social, anche le Tre Valli e la loro natura spettacolare fanno particolarmente furore. In Leventina prendono il primo piano i laghetti alpini e ci sono moltissime foto delle limpide acque del Tremorgio, del Ritom accompagnato da Cadagno e Tom, e delle cascate della Piumogna le quali spesso sono protagoniste anche dei post dell’Agenzia turistica ticinese. Nella valle di Blenio invece sembrano sorprendere di più la flora e la fauna della montagna. Ma non mancano di certo scatti del lago di Luzzone incorniciato dal bosco e dalle cime rocciose. Appare spesso anche la parete della diga scalata dai più temerari. Quest’ultima viene messa in mostra anche su profili con migliaia di seguaci dedicati alle destinazioni per le vacanze, da Bali alle Cinque Terre, passando proprio per il Ticino. È stata notata però l’assenza del Nara dai post sia di turisti sia di indigeni e in generale la valle percorsa dal Brenno è vista meno frequentemente di quella ai piedi del San Gottardo ma c’è da aggiungere che la Leventina, oltre a essere la casa della Valascia che si situa sempre al centro di numerose storie Instagram tra amici, è di passaggio per chiunque arrivi dalla Svizzera interna.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Siamo in Ticino, non a Guantanamo»

    PROCESSO

    Alla sbarra due agenti della Polizia cantonale che nel 2017 al centro d’accoglienza di Camorino ammanettarono un asilante minorenne all’asta della doccia - L’accusa chiede la condanna a pena sospesa, mentre le difese auspicano il proscioglimento

  • 2

    Da Claro all’Himalaya per salvare una piccola scuola

    Solidarietà

    Costituita un’associazione che vuole aiutare il villaggio di Kuwa a 3.200 metri di quota nel Nepal - Alla testa i coniugi a atleti Arianna Regis e Marco Gazzola che vogliono salvare in particolare la minuscola struttura educativa locale

  • 3

    Bellinzona festeggia i nati nel 2001

    città

    Cerimonia dedicata ai maggiorenni: durante l’incontro con le autorità sono stati mostrati filmati e ricordi legati ai fatti più salienti del 2001, anno di nascita dei diciottenni

  • 4

    Ecco il Comune che prende il volo dopo la fusione

    IL CASO

    Nato ufficialmente il 1. gennaio 2017, Grono in questi primi tre anni ha fatto partire la macchina amministrativa e condotto in porto progetti importanti - E a breve verrà creata un’ottantina di posti di lavoro grazie alla riqualifica del quartiere «Biraria»

  • 5
  • 1
  • 1