la sentenza

Tre anni per la violenza carnale ai danni dell’ex

La pena inflitta dalla Corte delle Assise Criminali di Bellinzona è parzialmente sospesa: in carcere il 37.enne dovrà tornare solo per 10 mesi

 Tre anni per la violenza carnale ai danni dell’ex
Foto Maffi

Tre anni per la violenza carnale ai danni dell’ex

Foto Maffi

LUGANO - Dovrà tornare in prigione il 37.enne di origini sudamericane da ieri a Processo per rispondere delle accuse di coazione sessuale e violenza carnale a danno della sua ex compagna. Confermando l’atto d’accusa del procuratore pubblico Pablo Fäh, la Corte delle Assise criminali lo ha infatti condannato poco fa alla pena di tre anni parzialmente sospesa: dieci mesi da scontare e gli altri 26 con la condizionale. Nel commentare il dispositivo della sentenza il giudice Mauro Ermani ha spiegato che la Corte ha ritenuto credibile la versione resa dalla donna: quella subita il 12 agosto 2015 fu una vera e propria violenza carnale. Non un rapporto sessuale un po’ troppo focoso come sempre sostenuto dall’imputato il cui patrocinatore, avvocato Raffaele Caronna, ieri si era battuto per la piena assoluzione. La pubblica accusa, lo rammentiamo, aveva invece chiesto una pena detentiva di quattro anni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1