Tre milioni all’anno in meno per Bellinzonese e valli

Virus e finanze

Ecco quanto l’Alto Ticino perderà sui conti 2020 (somma analoga nei due anni a seguire) a causa della correzione dei contributi di livellamento come risposta alla pandemia - La misura prevede che i Comuni più ricchi del cantone versino di meno a quelli finanziariamente deboli

Tre milioni all’anno in meno per Bellinzonese e valli
La pandemia, il lockdown, la difficile ripartenza e ora la seconda ondata pesano anche sui Comuni: per alcuni oltre il danno la beffa. ©CdT/Putzu

Tre milioni all’anno in meno per Bellinzonese e valli

La pandemia, il lockdown, la difficile ripartenza e ora la seconda ondata pesano anche sui Comuni: per alcuni oltre il danno la beffa. ©CdT/Putzu

Quasi tre milioni di franchi, precisamente 2,9. È la somma complessiva che i Comuni delle Tre Valli e del Bellinzonese dovranno rimborsare al Cantone, che a sua volta distribuirà gli importi ai Comuni più ricchi nell’ambito della correzione dei contributi di livellamento per l’anno 2020. Tutto sommato poca roba, se si pensa che globalmente all’Alto Ticino rimarranno comunque 39,1 milioni. La «manovra» ha però infastidito quelle municipalità per cui il contributo di livellamento può fare la differenza: si pensi a Bellinzona che l’anno scorso ha incassato quasi 16 milioni, di cui oltre uno verrà perso (così come da parte sua Lugano, il maggior contribuente della perequazione intercomunale, pagherà 2 milioni in meno). Si tratta, in parole povere, di quel collaudato ma controverso meccanismo cantonale...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

    «Alle Officine di Bellinzona si rischia l’effetto-domino»

    Ferrovia

    La Commissione del personale dello stabilimento torna a contestare la prevista dismissione anticipata della manutenzione dei carri merci temendo una grossa perdita di lavoro nonostante i nuovi incarichi - Intanto si chiede ancora che la direzione aziendale fornisca il piano industriale concernente la futura sede di Castione - D’accordo con il Consiglio di Stato si programma un incontro tre le parti

  • 5

    Rissa tra giovani: si cercano l’arma e il movente

    IL CASO

    Giubiasco, gli inquirenti sono al lavoro ininterrottamente per chiarire quanto capitato in via Linoleum - L’alterco sarebbe scoppiato per questioni di soldi - Un terzetto ha affrontato l’altro e poi è spuntato un oggetto contundente, verosimilmente una mazza

  • 1
  • 1