Tutela cantonale per il Castello dei Magoria

Claro

Il vincolo di protezione è stato deciso dal Consiglio di Stato nell’ambito della procedura di approvazione delle varianti di PR

 Tutela cantonale per il Castello dei Magoria
Per tutelare la fortezza medievale verrà istituito un perimetro di rispetto. © CdT/Chiara Zocchetti

Tutela cantonale per il Castello dei Magoria

Per tutelare la fortezza medievale verrà istituito un perimetro di rispetto. © CdT/Chiara Zocchetti

Il Castello dei Magoria nel quartiere di Claro sarà tutelato quale bene culturale d’interesse cantonale. Lo conferma il Consiglio di Stato nella voluminosa risoluzione (oltre 170 pagine comprendenti anche le decisione sulla cinquantina di ricorsi) riguardante le varianti scaturite dall’approvazione, avvenuta nel lontano 2007, del Piano regolatore dell’ex Comune. Varianti che l’allora Municipio aveva sottoposto al Consiglio di Stato nel 2016 per ovviare alle soluzioni pianificatorie che non erano state approvate nell’ambito dell’esame del nuovo PR. Un anno più tardi Claro si era unito in matrimonio con gli altri 12 Comuni dando vita alla nuova Bellinzona. E «in dote», tra i suoi molti tesori, aveva portato anche il Castello dei Magoria, risalente ai secoli XIV-XV. Per il nuovo bene culturale...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1