Tutti in piazza per una società più verde

Bellinzona

Seconda edizione del Greenday sabato 11 settembre a Bellinzona con la Società ticinese di scienze naturali e una settantina di enti, istituti e associazioni

 Tutti in piazza per una società più verde
Esperienze, osservazioni, giochi e quiz forniranno lo spunto per uno stile di vita più sostenibile. © CdT/Zocchetti

Tutti in piazza per una società più verde

Esperienze, osservazioni, giochi e quiz forniranno lo spunto per uno stile di vita più sostenibile. © CdT/Zocchetti

Soddisfare le necessità delle attuali generazioni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare le proprie. È la definizione di sviluppo sostenibile coniata nel 1987 dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU. Quell’anno il giorno in cui i consumi globali superarono la capacità del nostro pianeta di generare risorse fu il 23 ottobre; quest’anno è invece stato il 29 luglio. Bastano queste due date, ricordate dal municipale di Bellinzona Henrik Bang, per comprendere che, malgrado l’accresciuta sensibilità verso il rispetto dell’ambiente maturata negli ultimi decenni, molto resta ancora da fare per assicurare ai nostri figli ed ai nostri nipoti un futuro più roseo. E solo il coinvolgimento e l’impegno di tutti permetterà la transizione verso una società moderna, sostenibile ed allo stesso tempo economicamente performante. Proprio la consapevolezza che per affrontare e risolvere i grandi problemi ambientali dei nostri tempi è indispensabile un impegno comune ha spronato la Società ticinese di scienze naturali (STSN) ad organizzare anche quest’anno la manifestazione Greenday. La seconda edizione della festa della sostenibilità si terrà sabato 11 settembre in piazza del Sole a Bellinzona.

Messaggio positivo

«Vogliamo veicolare un messaggio positivo. Solo in questo modo, attraverso un processo a catena, riusciremo a costruire un futuro migliore» ha rilevato Manuela Varini, presidente della STSN, nel presentare la manifestazione che, con il patrocinio del Cantone e della SUPSI, vedrà la partecipazione di 75 enti, organizzazioni, associazioni e istituti di ricerca attivi sul nostro territorio. Dalle 9 alle 17 proporranno attività interattive per approfondire in maniera ludica, ma comunque scientifica, temi a carattere ambientale. Esperienze, osservazioni e quiz forniranno esempi e spunti per condurre uno stile di vita più sostenibile e per diminuire il proprio impatto sull’ambiente in cui viviamo. Obiettivi, questi, che persegue anche l’autorità cantonale, ha rimarcato il direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia Christian Vitta. Il Consiglio di Stato ha infatti inserito lo sviluppo sostenibile e la promozione della responsabilità sociale delle imprese nel programma di legislatura 2019-2023. Tra gli ambiti di intervento, Vitta ha citato la tutela della salute delle persone sul posto di lavoro, la promozione di un turismo responsabile, rispettoso del territorio e di un’agricoltura sostenibile, la protezione dell’ambiente e la promozione della biodiversità. Anche a livello locale, gli enti pubblici s’impegnano nel promuovere progetti inerenti ai cambiamenti climatici. La Città di Bellinzona, ha ricordato Henrik Bang, sta ad esempio rivedendo la politica riguardante il verde urbano per attenuare il problema delle isole di calore. Importanti sforzi sono poi compiuti nella promozione della mobilità lenta, nonché nella rivitalizzazione del fiume Ticino a favore della biodiversità. Il mondo della formazione e della ricerca scientifica non sta certo a guardare, come dimostrano gli studi e le applicazioni pratiche sviluppate dalla SUPSI. Ne ha fornito un sunto Silvio Seno, direttore del Dipartimento ambiente costruzioni e design sottolineando come per la SUPSI la partecipazione al Greenday rappresenti un’ottima occasione per avvicinare le persone alla scienza e viceversa.

Musica, teatro e street food

Il programma del Greenday prevede momenti di intrattenimento teatrale, musicale e alcune postazioni di street food. Alle 11 sono previsti i saluti da parte di Manuela Varini, di Christian Vitta, del sindaco di Bellinzona Mario Branda e di Silvio Seno. Seguirà lo spettacolo «Humus» di e con Moira Dellatorre per la regia di Laura Rullo. Alle 13 con lo spettacolo «Cantami e raccontami», Francesco racconterà storie di biodiversità e condividerà dei video messaggi del Cane Peo. La premiazione del concorso «sostenibile» si terrà alle 17, mentre un’ora più tardi inizierà il concerto di Sebalter.

La partecipazione è libera. Verranno ad ogni modo messe in atto le misure di protezione sanitarie raccomandate dalle autorità.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Bastoni tra le ruote della pista ciclabile

    Bellinzonese

    Sono state presentate alcune opposizioni al Cantone contro il progetto stradale e le espropriazioni necessarie per il tracciato tra Castione e Lumino che dovrebbe poi collegarsi con la Mesolcina - Tra chi contesta c’è anche l’Associazione AMICA

  • 3

    «Genitori indisciplinati: così non va»

    IL CASO

    Cadenazzo, il Municipio biasima il comportamento nei pressi delle scuole di automobilisti che ne combinano di tutti i colori - Intanto in febbraio partirà la «lotta» al traffico parassitario

  • 4

    «Qualsiasi sarà l’esito del voto, occorrerà dialogare ancora»

    Aggregazioni

    Tra i padri dell’unione riuscita intorno a Faido, Roland David traccia un bilancio del progetto e consiglia i quattro Comuni della Bassa Leventina alle urne per la fusione il 13 febbraio: «Mantenere buoni rapporti sarà fondamentale» - E lancia un monito: puntare sui progetti senza dimenticare la prossimità ai cittadini

  • 5
  • 1
  • 1