Servizio pubblico

Uffici postali a rischio: «Siamo molto preoccupati»

Il responsabile regionale di syndicom: «Alla base delle chiusure c’è la volontà di massimizzare i profitti» - In Ticino le filiali in verifica sono 35, sindacato in guardia per gli impieghi minacciati

Uffici postali a rischio: «Siamo molto preoccupati»
Marco Forte di syndicom nel 2017 a Bellinzona durante la manifestazione organizzata dal comitato «Uniti in difesa del servizio pubblico» contro la riorganizzazione della rete postale. (Foto Reguzzi)

Uffici postali a rischio: «Siamo molto preoccupati»

Marco Forte di syndicom nel 2017 a Bellinzona durante la manifestazione organizzata dal comitato «Uniti in difesa del servizio pubblico» contro la riorganizzazione della rete postale. (Foto Reguzzi)

BELLINZONA - La riorganizzazione della rete postale in atto anche nella nostra regione – sono otto le filiali a rischio di chiusura tra Bellinzonese e Tre Valli come abbiamo riferito venerdì e sabato – inquieta il sindacato dei media e della comunicazione, che annuncia battaglia e promette sostegno alle comunità coinvolte. «Siamo molto preoccupati» dichiara contattato dal CdT Marco...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

Articoli suggeriti
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    CASTIONE

    «Serviva il Politecnico, non le Officine»

    Il numero uno del gruppo Artisa Stefano Artioli critico sulla scelta delle Ferrovie di insediare nel comparto il nuovo stabilimento industriale: «Bisognava far spazio ad attività di ricerca come il nostro centro medico-farmaceutico»

  • 2
    AMBRÌ

    Valascia, via libera al prestito

    La Sezione degli enti locali ratifica la decisione del Consiglio comunale di Faido di concedere 800.000 franchi alla società anonima quale finanziamento parziale ai costi di costruzione della futura pista dell’HCAP

  • 3
  • 4
    CASTIONE

    Dopo le Officine spunta il «Campus Artisa»

    La società intende creare un centro di eccellenza per produzioni altamente tecnologiche in campo medico/farmaceutico, ma c’è il problema del nuovo sito industriale con il quale va a «intersecarsi» - Berna: «Vigileremo»

  • 5
    Roveredo

    Impazza la Lingera

    Si è aperta ieri l’edizione 2019 del principale carnevale del Moesano

  • 1