Un disgelo tardivo al laghetto del Pizzo Centrale

San Gottardo

Le forti precipitazioni della primavera hanno incrementato in modo considerevole lo spessore del manto nevoso che ha così ritardato lo scioglimento del ghiaccio

Un disgelo tardivo al laghetto del Pizzo Centrale
Foto Aldo Maffioletti

Un disgelo tardivo al laghetto del Pizzo Centrale

Foto Aldo Maffioletti

BELLINZONA - Nonostante le elevate temperature dei mesi di giugno e luglio, soltanto di recente è iniziato il disgelo del laghetto situato a quota 2.677 metri, ai piedi del versante sud del Pizzo Centrale (2.999 metri), nel massiccio del San Gottardo. Le forti precipitazioni della primavera hanno incrementato in modo considerevole lo spessore del manto nevoso che ha così ritardato lo scioglimento del ghiaccio formatosi all’inizio dell’inverno 2018. La carta nazionale topografica della Svizzera non gli attribuisce un toponimo specifico ma i frequentatori della regione lo chiamano il laghetto del Pizzo Centrale. Il Lago Cassimoi, nell’Alta Valle di Blenio, con i suoi 2.982 metri è il più elevato del Ticino e quello del Centrale lo segue.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Vede la luce il primo nido d’infanzia della Riviera

    Socialità

    Il servizio di cui oggi il Distretto è sprovvisto comincerà l’attività il prossimo mese di aprile nel nuovo stabile patriziale in costruzione a Lodrino - Il Comune sosterrà l’attività gestita dall’Associazione Il Carillon

  • 2

    «Non si può morire di lavoro»

    OFFICINE FFS

    Amianto nello stabilimento industriale di Bellinzona: la Commissione del personale presenta ulteriori rivendicazioni - L’avvocato Giovanni Cianni: «Il datore che non informa i dipendenti sui potenziali pericoli è colpevole»

  • 3
  • 4

    Inferno nella galleria Val del Infern

    Valle Calanca

    Martedì sera si è svolta un’esercitazione di pronto intervento per affinare tecniche e collaborazione fra soccorritori - FOTO E VIDEO

  • 5

    Ecco come sarà la Bellinzona del futuro

    Nel 2030

    La Città sarà veramente... nuova grazie ai progetti strategici in programma nei prossimi dieci anni - Fra le opere previste la realizzazione della sede dell’IRB, l’ospedale regionale ai Saleggi, il futuro comparto al posto delle Officine FFS ed il terzo binario - LE IMMAGINI

  • 1
  • 1