Un nuovo accordo per celebrare i cento anni della Filarmonica

Un secolo di musica

La convenzione proposta dal Municipio di Biasca prevede un sostegno annuo di 25.000 franchi fino al 2023 - Formulate anche garanzie sulla sede della societaria

Un nuovo accordo per celebrare i cento anni della Filarmonica
Il concerto di gala dello scorso anno è stato uno degli ultimi eventi pubblici della Filarmonica.

Un nuovo accordo per celebrare i cento anni della Filarmonica

Il concerto di gala dello scorso anno è stato uno degli ultimi eventi pubblici della Filarmonica.

I festeggiamenti del centenario hanno dovuto essere rimandati all’anno prossimo a causa della pandemia di coronavirus, ma il Municipio di Biasca ha comunque deciso di fare un bel regalo di compleanno alla Società Filarmonica del Borgo: una convenzione che definisce il sostegno del comune per la sua attività, in particolare quella svolta nella formazione musicale dei giovani. «Ci premeva in particolare ottenere delle garanzie al riguardo della nostra sede e su questo punto non possiamo che essere soddisfatti da quanto prevede la convenzione» commenta, interpellato dal CdT, il presidente della Società Filarmonica di Biasca Stelio De Checchi, il quale ora attende con fiducia che il Consiglio comunale si esprima sul messaggio approvato di recente dall’Esecutivo. Garanzie sulla sede, dicevano. Difatti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1