Bellinzonese e Alto Ticino

Una stagione da trascorrere in sella

L’offerta per gli appassionati di mountain bike si arricchisce di due nuovi percorsi

 Una stagione da trascorrere in sella
Paesaggi mozzafiato tutti da gustare in sella ad una mountain bike. (Foto Giacomo Mirarchi – REDESIGN)

Una stagione da trascorrere in sella

Paesaggi mozzafiato tutti da gustare in sella ad una mountain bike. (Foto Giacomo Mirarchi – REDESIGN)

BELLINZONA - Venerdì il Tour de Suisse giungerà in Ticino con l’arrivo della settima tappa sul Passo del San Gottardo che i ciclisti raggiungeranno dopo aver percorso la mitica Tremola. Una bella promozione per il ciclismo che a livello amatoriale attira numerosi pedalatori nella regione del Bellinzonese e Alto Ticino. Regione che è parecchio frequentata dagli appassionati della mountain bike. Qiuesta stagione per tutti loro vi sono a disposizione due nuovi percorsi che si aggiungono alla rete ufficiale di SvizzeraMobile, il percorso numero 384, Brüsacü Bike, e il percorso numero 383 Cancorì Bike, entrambi situati nella soleggiata regione del Nara. I due percorsi saranno inaugurati il prossimo 30 giugno con un evento dedicato organizzato in collaborazione con l’Ente regionale per lo sviluppo Bellinzonese e Valli, il Comune di Acquarossa, gli Amici del Nara, l’associazione Blenio Bike e il supporto degli agricoltori della regione. Durante la giornata, che prevede (anche) un momento ufficiale alle 12 (al ristorante la Pernice di Cancorì), si potranno provare i due percorsi accompagnati da una guida. Inoltre, per raggiungere il luogo dell’evento, le risalite in seggiovia da Leontica saranno offerte ad un prezzo speciale sia per ciclisti che escursionisti. Tutte le informazioni dell’evento si possono trovare sul sito web dell’Organizzazione turistica regionale www.bellinzonese-altoticino.ch. È stato inoltre realizzato il nuovo stampato, completamente rivisto, dedicato al mondo delle mountain bike nel Bellinzonese e Alto Ticino, presto disponibile in tutti i punti d’informazione, che permette di avere una panoramica completa degli itinerari ufficiali promossi all’interno della piattaforma SvizzeraMobile e dei relativi dettagli tecnici. Su delle cartine orientative sono segnalate tutte le strutture bike friendly come anche i negozi di sport e le location dove è possibile noleggiare bike, e-bike e mountain bike. Saranno anche lanciate delle campagne digitali grazie al nuovo materiale fotografico e video realizzato nel corso della scorsa stagione. Fondamentale la collaborazione con Svizzera Turismo e Ticino Turismo per la promozione a livello nazionale e internazionale. Viene pure riproposta l’interessante offerta legata ai due tour enogastronomici in e-bike nel belllinzonese, i «Quintour», alla scoperta del territorio e delle prelibatezze locali, in collaborazione con Quintorno e BikePort. Per maggiori informazioni o per riservazioni consultare il sito www.quintour.ch. Non da ultimo rammentiamo la rete di colonnine di ricarica per le e-bike, realizzata grazie alla preziosa collaborazione con l’Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzonese e Valli. Maggiori dettagli sono consultabili sul nostro sito dell’OTR o su quello di Ticino Turismo. Il Bellinzonese e l’Alto Ticino è pronto quindi ad accogliere i numerosi biker che nel corso dei prossimi mesi verranno a visitare il paradiso delle mountain bike e si cimenteranno in tutti questi percorsi immersi nella natura e circondati da panorami mozzafiato: un altro modo per sperimentare il nostro ricco territorio. Per restare sempre aggiornati: il sito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
  • 3
    CASTIONE

    La musica entra in un Labirint

    Novità in arrivo all’ex discoteca La Fabrique, vicino alla stazione FFS: il party di apertura è previsto sabato 14 settembre - Il club si pone l’obiettivo di sorprendere il pubblico

  • 4
    Incendio

    Auto divorata dalle fiamme in un parcheggio

    Il veicolo, che si trovava in un piazzale a Giubiasco, è andato completamente distrutto nel rogo - La Scientifica al lavoro per stabilire le cause di quanto avvenuto - FOTO e VIDEO

  • 5
  • 1