C’è il sì del Parlamento ai conti cantonali del prossimo anno

Finanze

Il Gran Consiglio ha approvato il Preventivo 2021 - La politica si è data sei mesi di tempo per decidere quali saranno le misure di rilancio dopo la crisi legata alla pandemia

C’è il sì del Parlamento ai conti cantonali del prossimo anno
© CdT/Gabriele Putzu

C’è il sì del Parlamento ai conti cantonali del prossimo anno

© CdT/Gabriele Putzu

Il Gran Consiglio ticinese ha approvato questa sera (con 47 voti favorevoli, 25 contrari e zero astenuti) il Preventivo 2021, che presenta un disavanzo di 230,7 milioni di franchi. Niente da fare, dunque, per gli emendamenti presentati da Lega e UDC (che chiedevano in estrema sintesi interventi per tagliare la spesa) e quelli presentati dall’MPS e dal PC (che ne chiedevano invece un aumento). Il «patto» trovato in Commissione della gestione nelle scorse settimane (nonostante la Lega si sia nel frattempo in parte defilata) ha dunque retto anche in Parlamento.

L’accordo, ricordiamo, chiede di approvare i conti cantonali per il prossimo anno. Allo stesso tempo, però, pone anche una condizione al Consiglio di Stato: entro il 30 giugno 2021 l’Esecutivo dovrà presentare al Parlamento un messaggio d’aggiornamento del Preventivo. La politica si è dunque data sei mesi di tempo per decidere quali saranno le misure di rilancio per l’economia e le finanze in difficoltà. Ma non solo. Nel rapporto commissionale approvato dal plenum viene data anche una prima indicazione: viene infatti chiesto al Governo di presentare nell’aggiornamento sopraccitato delle «proposte di misure equilibrate» che siano «finalizzate al raggiungimento di un autofinanziamento non negativo entro il 31 dicembre 2021». Se l’evoluzione della pandemia non dovesse peggiorare, il Parlamento chiede dunque al Governo di trovare circa 22 milioni di franchi entro la fine del prossimo anno per portare il grado di autofinaziamento fuori dalle cifre rosse.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Nella natura... con Pro Natura al Lucomagno

    VALLE DI BLENIO

    Albergo e ristorante resteranno chiusi in attesa della ristrutturazione, tuttavia non mancano nella regione le proposte e le offerte per un’estate comunque indimenticabile - Il campeggio aprirà il 26 giugno

  • 2

    Rogo a Cadenazzo, sul posto anche la Polizia militare

    Il caso

    Negli scorsi giorni l’esercito avrebbe svolto delle esercitazioni e non è da escludere che del materiale utilizzato per le attività dei militari possa aver accidentalmente causato l'incendio dello stabile che ospitava il Monna Lisa - La polizia cantonale conferma quanto anticipato

  • 3

    Scuola uno, pandemia zero

    cantone

    Malgrado le restrizioni sanitarie l’anno scolastico ticinese si è svolto interamente in presenza - Bertoli: «Una straordinaria normalità raggiunta con lo sforzo di tutti» - Berger: «Abbiamo garantito il mandato formativo ed educativo» - Ora si guarda al rientro

  • 4

    Spostare il centro giovani? «Non lì e non adesso»

    Stabio

    Il Municipio è alla ricerca di nuovi spazi per i ragazzi del paese, oggi accolti in strutture prefabbricate provvisorie - Un’interpellanza propone l’edificio ex Rubis, soluzione che anche il Comune aveva considerato ma che ha dovuto scartare

  • 5
  • 1
  • 1