Calypso: 18 mesi sospesi al titolare

MELANO - Cadute le accuse di promovimento della prostituzione e infrazione alla legge stranieri - Resta in piedi quella di usura aggravata

Calypso: 18 mesi sospesi al titolare

Calypso: 18 mesi sospesi al titolare

Calypso: 18 mesi sospesi al titolare
(fotogonnella)

Calypso: 18 mesi sospesi al titolare

(fotogonnella)

MELANO - A poco meno di tre settimane dal processo di fronte alla Corte delle assise Correzionali, è giunta infine la sentenza. È stato condannato a 18 mesi con la condizionale il titolare del bar Calypso di Melano. Sono rimaste in piedi le accuse di usura aggravata e tentata coazione (per un episodio non legato alle luci rosse). Sono invece venute a cadere quelle di promovimento ed esercizio illecito della prostituzione, di infrazione alla legge federale sugli stranieri e di disobbedienza a decisioni dell'autorità. La Corte era presieduta dal giudice Mauro Ermani, l'accusa è stata sostenuta dal procuratore generale John Noseda, mentre sui banchi della difesa sedeva l'avvocato Marco Garbani. Nella sentenza, comunicata per iscritto alle parti, si è tenuto conto anche del lungo tempo trascorso dai fatti. I dettagli sull'edizione di domani.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1