logo

Università fasulle: il DECS fa chiarezza

Dopo l'arresto di due persone legate ad una sedicente scuola universitaria il Cantone interviene - Ecco la lista degli istituti riconosciuti

Maffi
 
09
febbraio
2018
10:59
Red. Online

BELLINZONA – L'ennesimo caso di una falsa università che ha scosso il Ticino (Vedi suggeriti) non lascia indifferente il Governo, che si affretta a fare chiarezza. Il Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS), in una nota odierna invia la lista delle scuole universitarie riconosciute.

Il DECS "contestualmente alla vicenda che ha visto di recente l'intervento della magistratura contro persone che offrivano nel Canton Grigioni dei sedicenti corsi universitari senza valore, ricorda che le sole scuole universitarie presenti in Ticino riconosciute secondo la Legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero e la Legge sull'Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli istituti di ricerca sono:

- l'Università della Svizzera italiana (USI);
- la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI);
- l'Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP);
- la Franklin University Switzerland;
- la Facoltà di teologia di Lugano (FTL).

Altre offerte presenti sul territorio non godono di questi riconoscimenti e non possono usare le denominazioni universitarie".

"È possibile che queste organizzazioni non universitarie abbiano accordi con scuole universitarie estere e che offrano corsi atti a seguire curricoli terziari riconosciuti all'estero – si legge ancora nella nota - ma la legislazione federale impedisce alle autorità cantonali una verifica sistematica al proposito. Le persone che intendono accettare offerte proposte da queste organizzazioni devono chiarire con esse i termini precisi dell'offerta e possono contattare la Divisione della cultura e degli studi universitari del DECS in caso di dubbio quanto alla validità dei corsi proposti".

Articoli suggeriti

Unipolisi: due persone in manette

I vertici dell'ateneo si sono resi irreperibili dopo aver intascato le rette degli studenti iscritti alle facoltà di Scienze infermieristiche e Fisioterapia

“In Svizzera per studiare, ma ci hanno truffati”

Giovani italiani iscritti a Fisioterapia e Scienze infermieristiche alla Unipolisi di Disentis, nei Grigioni, sarebbero stati raggirati

Edizione del 15 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top