logo

Dopo l'apprendistato il 38% in disoccupazione

Questa la percentuale nella Svizzera italiana di chi, nei 30 mesi dopo aver conseguito un attestato di capacità, rimane senza lavoro per un breve periodo

Maffi
 
17
aprile
2018
09:54
Red. Online

BELLINZONA – Mentre la maggioranza dei titolari di un attestato federale di capacità inizia direttamente a lavorare o continua la formazione, altri incontrano qualche difficoltà a inserirsi nel mercato del lavoro. Il 19% dei neodiplomati ad un certo momento nei due anni e mezzo successivi al conseguimento del titolo si è iscritto infatti alla disoccupazione. Questa condizione si è verificata in particolare nella Svizzera italiana, dove la percentuale sale al 38% e nella Svizzera francese (28%), presentando invece un tasso sensibilmente più contenuto nella Svizzera tedesca (17%). A livello svizzero però, l'85% dei titolari di un diploma di capacità trova il primo impiego al più tardi tre mesi dopo aver ottenuto il titolo e il 46% di essi rimane nell'impresa in cui ha svolto l'apprendistato.

Si osserva inoltre che i periodi di impiego e di formazione tendono a intrecciarsi. Sono questi alcuni dei risultati dello studio realizzato dall'Ufficio federale di statistica (UST), che descrive il percorso degli 89.000 titolari di un titolo del grado secondario II dal 2012 alla fine del 2015.

Prossimi Articoli

Occhio alle false eredità milionarie

Negli scorsi giorni sono stati segnalati alla Polizia cantonale diversi tentativi di truffa

Inneggiò al nazismo, ora viene promosso

Il sergente di polizia che venne sanzionato per i contenuti razzisti pubblicati su Facebook è stato nominato dal Consiglio di Stato sergente maggiore

Quando la pioggia è un toccasana

Siccità scongiurata in Ticino grazie ai temporali degli scorsi giorni - Le malattie alle colture e alla vite preoccupano il settore primario

Edizione del 16 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top