logo

Il Governo preoccupato valuta la situazione

GIORNALE DEL POPOLO - Il Consiglio di Stato esprime rammarico per la chiusura del quotidiano: il presidente Zali incontra il vescovo Lazzeri e i dipendenti

CdT/Keystone
 
18
maggio
2018
15:01
Red. Online

LUGANO - Rammarico e preoccupazione anche da parte del Consiglio di Stato per la prospettata chiusura del Giornale del Popolo. Il presidente del Governo ticinese Claudio Zali si è recato già nella tarda serata di ieri in visita privata alla redazione centrale della storica testata, a Lugano, e oggi alle 12.30 ha incontrato il vescovo di Lugano e editore del GdP, monsignor Valerio Lazzeri. L'incontro - si legge in una nota del Governo - ha permesso a Zali di esprimere la solidarietà delle istituzioni ai collaboratori e all'editore, e di ottenere alcune spiegazioni utili per valutare eventuali margini di manovra delle autorità cantonali. 

 

Prossimi Articoli

Un'indennità per i frontalieri

La SECO vuole estendere anche ai lavoratori provenienti da oltreconfine il diritto al cosiddetto "guadagno intermedio" - L'OCST: "Un fulmine a ciel sereno"

Settore bancario in crisi, persi 240 posti

L'assemblea dell'ABT al LAC di Lugano, dove è emersa preoccupazione per una situazione definita critica

Nulla di fatto sui ristorni e l’accordo fiscale

Vertice tra Consiglio di Stato e il neopresidente della Regione Lombardia Attilio Fontana - I temi caldi sono stati toccati solo marginalmente

Edizione del 26 maggio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top